Quantcast

Prc avvia la raccolta di adesioni contro l'Europa delle Banche

rifondazione comunista prc 1' di lettura 08/11/2011 -

Sabato 1° ottobre a Roma un'assemblea nazionale di quasi 1000 lavoratrici e lavoratori ha dato vita allo spazio politico comune "Noi il debito non lo paghiamo, dobbiamo fermarli" sulla base di un appello.



L'assemblea ha deliberato la costituzione nei territori di comitati autoconvocati di lavoratrici e lavoratori, precari e disoccupati, partiti e sindacati. I quali intendono costruire iniziative di mobilitazione e momenti di approfondimento di questa piattaforma e per organizzare la nostra presenza capillare . A tale proposito si e' deciso di organizzare un'assemblea Mercoledì 16 Novembre in Ancona con la partecipazione di Giorgio Cremaschi al fine di creare un coordinamento permanente provinciale/regionale.

Si e' deciso inoltre di tenere una pre-assemblea organizzativa che si terrà il giorno Giovedì 10 Novembre nella sede di Rifondazione di Jesi alle ore 21.15, in via Giacomo Acqua 3.

I punti qualificanti dell'iniziativa sono:

• Non pagare il debito, far pagare i ricchi e gli evasori fiscali, nazionalizzare le banche
• No alle spese militari e cessazione di ogni missione di guerra, no alla corruzione e ai privilegi di casta
• Giustizia per il mondo del lavoro. Basta con la precarietà. Siamo contro l'accordo del 28 giugno e l'articolo 8 della manovra finanziaria.
• Per l’ambiente, i beni comuni, lo stato sociale. Per il diritto allo studio nella scuola pubblica. Una rivoluzione per la democrazia. Uguale libertà per le donne. Parità di diritti per i migranti. Nessun limite alla libertà della rete. Il vincolo europeo deve essere sottoposto al nostro voto.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-11-2011 alle 16:56 sul giornale del 09 novembre 2011 - 463 letture

In questo articolo si parla di attualità, prc jesi, partito rifondazione comunista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/roW





logoEV
logoEV