Quantcast

Bilancio 2012, Binci: il Pd si assume le responsabilità ma occorre il massimo sostegno possibile

Andrea Binci 1' di lettura 09/11/2011 -

Nonostante la crisi del Governo Berlusconi attualmente in atto, di questo esecutivo rimangono in piedi i lasciti delle manovre economiche dei mesi scorsi, che avranno ripercussioni pesanti sui bilanci degli enti locali e quindi sui cittadini.



In questo quadro il Partito Democratico invita tutte le forze politiche e sociali a dare il proprio contributo di idee e proposte, da condividere negli atti di indirizzo del bilancio, in un momento drammatico per il nostro paese che si riflette nella nostra città a seguito dei provvedimenti governativi derivanti dal Patto di Stabilità che incideranno per oltre 6 milioni di Euro.

In questo quadro bene ha fatto il Sindaco ad accelerare la predisposizione del bilancio di previsione 2012, passando attraverso un serrato percorso partecipativo, per arrivare all’approvazione entro fine anno. E’ importante infatti aver promosso un percorso partecipativo con sindacati, associazioni di categoria e consiglio comunale, per adottare misure e prendere decisioni sicuramente impopolari, ma che in questo momento richiedono il massimo del sostegno possibile.

Il questo quadro il Partito Democratico è pronto a fare responsabilmente la sua parte come principale partito della coalizione, consci che in un momento difficile come questo è richiesto a tutti uno sforzo supplementare, necessario per salvaguardare la coesione sociale e la tenuta dell’economia del nostro territorio.



da Andrea Binci
Capogruppo Partito Democratico
Consiglio Comunale di Jesi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 09-11-2011 alle 18:14 sul giornale del 10 novembre 2011 - 609 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, partito democratico, Andrea Binci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/rsZ





logoEV
logoEV