Quantcast

Una Dacia Logan donata alla Casa di Riposo di Jesi per l'assistenza domiciliare agli anziani

Rodolfo Bernardini, Federico Tardioli, Paolo Borioni 2' di lettura 14/11/2011 -

La Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, da sempre impegnata nel settore sociale e, in particolare, in quello relativo all'assistenza agli anziani, ha donato una Dacia Logan station wagon alla Casa di Riposo di Jesi, per l'assistenza domiciliare agli anziani.



Un automezzo fondamentale per garantire i servizi primari a tutti quegli anziani non autosufficienti, per situazioni ancora gestibili a domicilio. "Questa macchina segna l'inizio di una nuova epoca - afferma soddisfatto Paolo Borioni, presidente dell'Istituzione Servizi Sociali - porteremo servizi anche a quell'utenza grave che non trova possibilità di essere ospitata all'interno della struttura residenziale di via Gramsci. Attualmente gli ospiti della casa di riposo sono 307, il massimo che la struttura possa contenere. Tuttavia, gli anziani che hanno bisogno di assistenza domiciliare sono circa un centinaio, perciò portare nelle loro abitazioni degli aiuti e dei servizi è fondamentale e necessario."

Dal 2006, anno in cui la casa di riposo si è trasformata in residenza protetta, ossia in grado di garantire ospitalità e servizi agli anziani non più autosufficienti, ci sono circa 30 persone ogni anno in attesa di entrare nella struttura. "Sempre maggiore è dunque la richiesta - continua Borioni - di rispondere alle esigenze di tutti coloro che rimangono nel loro domicilio."

L'automobile donata dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi, dunque, permetterà a tutti quegli anziani non autosufficienti di restare in contatto con il mondo esterno, con la città nella quale sono nati e vissuti.

"I servizi sociali sono un grande problema che accomuna tutta l'Italia - sostiene il Presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Jesi - il settore dell'assistenza agli anziani è uno di quelli che ci sta più a cuore, uno dei settori più bisognosi di aiuto."

"L'automezzo è uno strumento fondamentale per assistere i non autosufficienti a domicilio - spiega Massimo Manenti, direttore della Casa di Riposo - l'assistenza domiciliare è richiesta da 100 anziani attualmente. Tra gli altri servizi di telesoccorso per le emergenze e chiamate settimanali di controllo, consegnamo anche pasti che prepariamo nella struttura a 32 persone. Ad altre 40 portiamo direttamente spesa e farmaci a domicilio."

Una donazione gradita quanto necessaria, quella della Cassa di Risparmio di Jesi, per un'utenza, quella degli anziani, che non deve essere dimenticata.








Questo è un articolo pubblicato il 14-11-2011 alle 14:46 sul giornale del 15 novembre 2011 - 906 letture

In questo articolo si parla di attualità, ilaria cofanelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/rDR





logoEV
logoEV