Quantcast

Arrestati per spaccio di droga tre giovani

Il materiale sequestrato 2' di lettura 15/11/2011 -

Sono stati convalidati martedì gli arresti di tre albanesi per spaccio di droga.



L’operazione, svoltasi sabato per merito dei militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Jesi coadiuvati da pattuglia di vigili del locale Comando Polizia Municipale, ha portato al fermo di tre giovani ragazzi, B.B. classe 1989, S.G. classe 1984 e M.L., classe 1989, residenti da tempo in un appartamento nel pieno centro cittadino. I tre avevano costituito una discreta rete di spaccio che li vedeva come punto di riferimento per i giovani del luogo che acquistavano lo stupefacente recandosi direttamente nel loro appartamento.

I militari della Compagnia di Jesi, raccolte le prime informazioni, dall’inizio del mese di novembre avevano iniziato una complessa attività di indagine, con servizi di osservazione e pedinamento svolta soprattutto in abiti civili. Sabato mattina, alle prime luci dell’alba è scattata l’operazione che ha portato alla perquisizione dell’appartamento dei tre giovani.

In data odierna il Tribunale di Ancona ha convalidato gli arresti operati sabato mattina da parte di militari del Nucleo Operativo e Radiomobile di Jesi coadiuvati da pattuglia di vigili del locale Comando Polizia Municipale, che a seguito di perquisizione domiciliare hanno tratto in arresto per detenzione ai fini di spaccio tre giovani stranieri di origini albanese nella loro abitazione, adibita a punto di ritrovo per lo spaccio e il confezionamento di sostanza stupefacente del tipo cocaina. All’interno dell’appartamento i tre albanesi sono stati trovati in possesso di 4 grammi di cocaina suddivisi in 4 dosi, un ingente somma di denaro contante, 1 bilancino di precisione elettronico, altro materiale per il confezionamento e un quaderno dove si erano diligentemente riportati nominativi e cifre, verosimilmente il rendiconto delle vendite dello stupefacente. Tutto il materiale è stato ovviamente posto sotto sequestro e si rivelerà prezioso per il prosieguo delle indagini. Preziosa in fase operativa è stata la collaborazione dei vigili urbani di Jesi che hanno dato supporto e man forte ai Carabinieri, sia con l’acquisizione di informazioni che con la collaborazione al blitz.

Il Giudice per le Indagini preliminari ha convalidato i tre arresti operati in flagranza di reato e ad uno di questi ha applicato la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla Polizia Giudiziaria in giorni prestabiliti.








Questo è un articolo pubblicato il 15-11-2011 alle 19:43 sul giornale del 16 novembre 2011 - 3829 letture

In questo articolo si parla di cronaca, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/rHR





logoEV
logoEV