Quantcast

Monte San Vito: Programma Opere Pubbliche 2011/2012/2013, la lista civica fa le proprie osservazioni.

Lista Civica Insieme per Monte San Vito 3' di lettura 16/11/2011 -

Così come previsto dalla vigente normativa, il nostro gruppo ha formulato una serie di osservazioni al Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2011/2013 adottato dalla Giunta Sartini, ribadendo le proprie considerazioni, nonché insistendo sulla necessità di rispondere ai bisogni veri e concreti della cittadinanza.



A leggere le proposte dell'Amministrazione Sartini, si evince che le opere strategiche da realizzare a Monte San Vito comprenderebbero sia un campo di calcio in erba sintetica (in Via XXV Aprile/località Borghetto) dal costo complessivo di 370.000 euro, sia un parcheggio fatto di circa 100 posti auto a servizio del Centro Storico (da realizzare nell’area retrostante il Centro Turistico "Carlo Urbani"), dal costo complessivo −nonché elevatissimo− di 805.000 euro.

Diciamolo chiaramente: i due interventi sono tutto fuorché strategici: di certo il destino della comunità monsanvitese non si lega all'immediata presenza di un campo di calcio con manto in sintetico, nè si può dire che il parcheggio previsto dall'Amministrazione Sartini sia la soluzione giusta per il Centro Storico. Come da nostre osservazioni, un intervento assai meno dispendioso (lavori di manutenzione straordinaria−costo € 100.000 in luogo di € 370.000) basterebbe a soddisfare le reali esigenze del campo di calcio di Via XXV Aprile, mentre l'ampiezza del parcheggio in zona "Carlo Urbani" andrebbe ottimizzata in rapporto alla presenza di un'altra area a parcheggio poco distante dal Centro Storico (ampia e già disponibile nei pressi del Cimitero), nonché in rapporto alla futura predisposizione di altri posti auto nella zona dov'è previsto il nuovo complesso scolastico. Sostituendola al suddetto intervento di 805.000 euro, abbiamo quindi avanzato la nostra proposta: 30 stalli per un costo complessivo decisamente più contenuto, pari (o quasi certamente inferiore) a 200.000 euro (così facendo si recupera una somma di € 605.000).

Tutto ciò, con l'intento di razionalizzare al meglio le risorse a disposizione, risparmiandone davvero tante, nonché impiegandole per la realizzazione delle opere effettivamente necessarie e strategiche, prima fra tutte la messa in sicurezza della scuola materna del Capoluogo (la cui esecuzione, nel programma della Giunta Sartini, viene rimandata al 2014).

Un'opera, quest'ultima, che potrebbe essere finanziata proprio con il risparmio (€ 270.000) ottenuto in merito al campo di calcio di Via XXV Aprile, nonché con una quota delle risorse recuperabili grazie ad un corretto dimensionamento del parcheggio suddetto. Infatti, come da ragionamento di cui sopra, tali risorse ammontano a 605.000 euro, e da esse può essere prelevata la cifra di 80.000 euro, necessaria per coprire tutto l'importo relativo all'intervento di messa in sicurezza della scuola "F.lli Grimm". Per questo intervento, infatti, l'importo stimato è pari a € 350.000 (270.000+80.000).

Detto ciò −e sempre con riferimento al risparmio ottenuto circa il parcheggio− ne resterebbe una porzione ancora cospicua (605.000-80.000=525.000), adatta a consentire la realizzazione di un'altra opera più che necessaria, ovvero il campo di inumazione (che ha un importo di primo stralcio pari a € 505.000). Senza contare che così facendo avremmo anche una residua capacità di spesa (€ 20.000) per la messa a punto di un terzo −necessario− intervento: gli orti per anziani.

Quanto al polo scolastico elementari/medie, va detto che ad oggi abbiamo solo una planimetria dove sono stati abbozzati i nuovi plessi, senza alcuna illustrazione puntuale di progetto (appena avremo qualche informazione in più faremo compiute considerazioni).

Per intanto concludiamo con una domanda: perchè la Giunta Sartini non si lascia guidare dalle vere urgenze della comunità, pur visibili nel loro più schietto e naturale ordine di insorgenza? Questo è un ordine che andrebbe sempre rispettato, senza forzature. Senza che si dia precedenza ad interventi non prioritari, ben lontani dall'essere una comprovata esigenza.

Di colpo divenuti "urgenti".... forse perché frutto di promesse elettorali??






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-11-2011 alle 18:14 sul giornale del 17 novembre 2011 - 779 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san vito, Insieme per Monte San Vito

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/rKe