Quantcast

ProgettoJesi presenta la nuova idea urbanistica di via Appennini Bassa

logo comune di Jesi 2' di lettura 17/11/2011 -

È un interessante appuntamento rivolto ad ingegneri, architettetti, costruttori, ma più in generale all'intera città quello in programma domani pomeriggio (venerdì 18), con inizio alle ore 18.30 all'ex chiesa Mereghi di corso Matteotti, dove ProgettoJesi presenta la nuova idea urbanistica di via Appennini Bassa.



“Sostenibilità, Cohousing, Design. Un progetto da realizzare a Jesi. Ora” è il titolo dell'iniziativa nel corso della quale verrà illustrata l'idea che sta alla base del piano particolareggiato di quest'area di 5 mila metri quadrati dove è prevista la realizzazione di quattro palazzine da 8 appartamenti ciascuna, cogliendo gli aspetti del nuovo profilo residenziale che il mercato richiede: tipologie di edifici di pregio ben integrate alla qualità del quartiere, abitazioni dimensionate alle mutate esigenze familiari, prezzi ancor più competitivi in virtù di soluzioni che privilegiano spazi comuni, una marcata impronta di risparmio energetico, il verde come elemento prevalente. Nella prospiciente chiesa di San Nicolò, si aprirà in contemporanea una mostra espositiva con tutti i progetti che hanno partecipato al concorso di idee che resterà aperta fino a domenica 20.

Una presentazione ampia e documentata alla comunità che rispecchia appieno l'impronta di ProgettoJesi, società che da quattro anni è ormai diventata a pieno titolo un punto di riferimento nel mercato immobiliare della città potendo coniugare al meglio le garanzie offerte da un soggetto pubblico ed il dinamismo privatistico che il settore edile richiede. Ingredienti che permettono di compiere scelte non esclusivamente finalizzate alla massimazione del profitto, ma capaci di integrarsi nel contesto urbanistico, valorizzando ed esaltando peculiarità di comfort e ambientazione che vanno a vantaggio sia di chi sceglie di abitare nelle nuove residenze, sia dell'intero quartiere. Ecco perché tra le caratteristiche che hanno convinto ad individuare nel progetto elaborato dall'architetto Lorenzo Rossi il migliore tra quelli presentati per via Appennini Bassa, particolare rilevanza è stata data all'idea di sviluppare non un semplice insediamento residenziale, bensì un'area verde all'interno della quale trovano posto le quattro palazzine, non sacrificando altro spazio al cemento, con la creazione di parcheggi interrati e di aree esterne comuni che permettono di ridurre l'investimento e qualificare l'intervento.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-11-2011 alle 17:31 sul giornale del 18 novembre 2011 - 631 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/rMO