Quantcast

Solidarietà ai bambini albanesi, in memoria di Sergio

La strada di Sergio 4' di lettura 20/11/2011 -

Una serata piena di vita per ricordare una persona speciale. E' successo domenica sera 6 novembre, a Jesi, nella suggestiva cornice di villa Borgognoni, dove amici, parenti, colleghi, - quanti, insomma sono vicini a Sergio Romagnoli, l’ambientalista jesino prematuramente scomparso 17 anni fa – hanno condiviso, attraverso l’Associazione la “Strada di Sergio”, momenti di solidarietà, di leggerezza e musica, di allegria e cibo.



La serata, che ha visto la partecipazione di tantissimi ospiti, ha avuto un'ouverture ludica, un aperitivo accompagnato da musica live, cui è seguita la proiezione di diapositive documentate dai volontari dell'Associazione, con illustrazione delle varie attività in corso, dei progetti e degli obiettivi dell’Associazione stessa.

All'Associazione si deve l'istituzione, nel 2000, di una Scuola Materna in un angolo del nord est dell’Albania, Klos Fane, dove insieme con le Suore missionarie locali era stata individuata un'area di intervento per i tanti bambini che vivono con le famiglie disagiate in quella zona particolarmente svantaggiata e povera. In un locale messo a disposizione dalle suore, una maestra pagata dall’associazione ha accolto subito tanti bambini provenienti dalla strada.

In poco tempo la Scuola materna è divenuta una magica realtà frequentata sempre più assiduamente dai bambini locali, cosa che ha portato l’Associazione la “Strada di Sergio” ad organizzare un progetto più ampio e soddisfacente: realizzare una struttura più adeguata.

Grazie all’aiuto della Regione Marche, nel 2006 si è potuto procedere all’ampliamento ed alla sistemazione di alcuni locali, messi a disposizione dalla chiesa locale, che sono stati completamente ristrutturati ed arredati a cura dell’Associazione. Oggi la Scuola Materna “Sergio Romagnoli” è frequentata da 34 bambini che regolarmente ricevono un’istruzione basilare in fatto di igiene e comportamento, prime nozioni didattiche preparatorie alla scuola, alternando giochi di società e all’aperto. I piccoli ricevono anche un sostanzioso pasto giornaliero.

In questi anni l’Associazione ha provveduto a fornire periodicamente materiale didattico di consumo, attrezzature, giochi, vestiario e presidi sanitari.

L'ultimo carico, inviato a destinazione il 31 ottobre scorso, è avvenuto in collaborazione con il Comune di Jesi che ha donato parte dei materiali e attrezzature in disuso giacenti presso i depositi comunali e che ora andranno a completare gli arredi della Scuola. Il Comune di Jesi ha contribuito inoltre, con proprio personale e mezzi, alla logistica per la raccolta e la consegna del materiale.

Aumentare ulteriormente la partecipazione dei bambini alla Scuola Materna e qualificare le attività svolte al suo interno sono i futuri obiettivi dell'Associazione.

“La strada di Sergio “ porta inoltre avanti da 17 anni un altro progetto significativo: il sostegno a distanza dei bambini di Elbasan. Oltre cinquanta i bambini di quella località che, a tutt’oggi, sono stati aiutati da altrettante famiglie jesine, le quali rinnovano il sostegno di anno in anno, garantendone la frequenza continuativa a scuola ed un supporto costante per il vitto ed il vestiario.

Un obiettivo che l’Associazione si propone attraverso il sostegno a distanza è quello di consentire e garantire l’istruzione ai bambini, possibilmente fino alle scuole dell’obbligo, e, nei casi più meritevoli, provvedere al finanziamento per la frequenza di una scuola professionale tale da condurli ad un posto di lavoro qualificato nella loro terra di origine.

Obiettivo prioritario del sostegno a distanza è proprio quello di favorire l’istruzione scolastica cominciando dai primi anni di vita del bambino, sensibilizzandolo al vivere comune attraverso i giochi, il disegno, la musica, e, successivamente, ove possibile, al conseguimento di una specializzazione professionale che possa favorire l’inserimento dei giovani nel mondo del lavoro, sviluppandone la creatività e l’imprenditoria.

Le serate come quella di domenica 6 novembre sono rivolte non solo alla conoscenza delle attività e dei progetti dell’Associazione “La Strada di Sergio”, ma si pongono anche come momento di condivisione, di sensibilità, di amicizia e di impegno comune, col pensiero sempre rivolto all'esempio di Sergio ed alla sua grande ed indimenticabile umanità.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-11-2011 alle 18:11 sul giornale del 21 novembre 2011 - 847 letture

In questo articolo si parla di attualità, volontariato, jesi, associazione, la strada di sergio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/rT3





logoEV
logoEV