Quantcast

Bilancio 2012: Belcecchi e parti sociali si sono incontrati per concordare le strategie

Fabiano Belcecchi 2' di lettura 23/11/2011 -

Nell'ambito delle consultazioni con le parti sociali per la definizione del bilancio di previsione 2012 del Comune di Jesi, il sindaco Fabiano Belcecchi ha incontrato questa mattina i rappresentanti di Assindustria, Cna, Cgia e Confcommercio.



Il primo cittadino ha illustrato alle associazioni di categoria la difficile situazione in cui si verrà a trovare il Comune di Jesi che nel corso del prossimo anno, a causa delle ultime finanziarie, dovrà fare a meno di altri 6 milioni di euro, tra tagli secchi dei trasferimenti statali (pari a 2 milioni) e i cosiddetti “saldi” per il patto di stabilità (i restanti 4 milioni che dovranno essere recuperati tra maggiori entrate o minori spese). Fatto questo che impone all'Amministrazione comunale scelte importanti sia per quanto riguarda l'erogazione di beni e servizi alla comunità, sia per quel che concerne gli investimenti sul fronte delle opere pubbliche, con particolare riferimento alle manutenzioni straordinarie.

Le associazioni di categoria hanno pienamente compreso le difficoltà in cui il Comune di Jesi, al pari degli enti locali si troverà ad operare. Le stesse hanno illustrato al sindaco quelle che, a loro giudizio, sono scelte qualificanti:
 una particolare attenzione alle fasce sociali più deboli della popolazione;
 il contenimento dell'inasprimento fiscale su tasse e tributi locali, di pari passo con il perseguimento di una efficace lotta all'evasione tributaria;
 un percorso partecipato per collaborare con strumenti finanziari che incentivino e sostengano l'imprenditoria giovanile;
 liberare risorse nel settore degli investimenti che potrebbero dare ossigeno all'imprenditoria locale.

Il sindaco di Jesi, nel prendere atto delle legittime aspettative delle associazioni di categoria, si è impegnato ad affrontare questi temi con la Giunta e le forze politiche di maggioranza, ribadendo che in questa difficile fase economica-finanziaria sarà fondamentale il contributo di tutti per rafforzare la coesione sociale ed individuare strumenti di crescita che possano sostenere sviluppo ed occupazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2011 alle 18:41 sul giornale del 24 novembre 2011 - 717 letture

In questo articolo si parla di

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/r5i





logoEV
logoEV