Quantcast

Confartigianato: per reagire alla crisi occorre creare nuove imprese

Confartigianato 2' di lettura 23/11/2011 -

Nella Vallesina la disoccupazione non cala. Da aprile a giugno  di quest’anno  quasi mille lavoratori hanno perso il proprio posto. A Jesi la percentuale di disoccupazione secondo una elaborazione Confartigianato sulla base di dati del Centro dell’Impiego e della Formazione supera il 10% della popolazione attiva.



In questo clima di incertezza l’auto imprenditorialità può rappresentare una carta vincente. Confartigianato, dice il responsabile di Jesi Giuseppe Carancini, incentiva la nascita di nuove attività e i suoi esperti saranno oggi (giovedì 24 novembre) alle ore 18.30 presso la sede dell’associazione artigiana in via Pasquinelli 2/a a disposizione degli aspiranti imprenditori per presentare il servizio “Fare Impresa” di Confartigianato che accompagna gratuitamente il neoimprenditore nelle fasi dello start up di azienda.

Trovare un posto di lavoro è una impresa, tanto per i giovani che sperimentano la dimensione della precarietà con contratti “a tempo” quanto per gli over50, una delle fasce più a rischio, che, se perdono l’impiego, cosa alquanto frequente data la crisi in atto, non riescono a rientrare nel mondo produttivo. Per questo Confartigianato intende favorire la creatività imprenditoriale e fornire il proprio supporto tecnico e di esperienza a quanti intendono farsi avanti da soli nel mondo dell’impresa. Per passione, per necessità, perché si ha un’idea nel cassetto. Sono tante le motivazioni che spingono a mettersi in proprio e tutte concorrono a una dinamica positiva: se crescono le aziende, si creano anche nuovi posti di lavoro, si sperimentano tipologie di produzione nuove e più adatte e competitive in mercati oggi spinti da incessanti trasformazioni. Per dare alla luce imprese in grado di nascere e resistere su un terreno così complesso come quello attuale serve una guida esperta capace di sostenere la neonata attività nei suoi primi passi. Il servizio di “Fare Impresa” che, anche a incontro terminato, sarà comunque attivo presso lo sportello di via Pasquinelli e di tutti gli sportelli della Confartigianato presenti capillarmente sul territorio provinciale, offre ai neoimprenditori le informazioni utili sullo start up di impresa (titoli necessari, normative da rispettare) e sulla gestione di azienda.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-11-2011 alle 17:58 sul giornale del 24 novembre 2011 - 755 letture

In questo articolo si parla di attualità, confartigianato

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/r4P





logoEV
logoEV