Quantcast

“Diminuire i costi della politica”? : si fa presto a dire. Il GAL “Colli Esini”, invece, lo fa

GAL Colli Esini S. Vicino 3' di lettura 24/11/2011 -

Dal 21 ottobre scorso, il compenso del Presidente del GAL “Colli Esini S. Vicino” passa da 18.000 a 12.000 € lordi annui (- 33,3%), mentre i compensi del Collegio Sindacale passano da € 3.021 a 2.793 (Presidente) e da € 2.014 a 1.812 (2 membri effettivi), con un taglio che oscilla dal 7,5 al 10 % che, però, in realtà è ancora più consistente perché i nuovi compensi assorbono i gettoni di presenza (€ 82,63) e i rimborsi delle spese di viaggio, goduti in precedenza.



Resta fermo, invece, a 50 € il gettone di presenza per i Consiglieri di amministrazione, con esclusione dei 3 (Giancarlo Sagramola, Emore Costantini e Denis Cingolani) che, in quanto “amministratori locali”, sono a “compenso zero”.

Come è noto il GAL Colli Esini S. Vicino è una società mista pubblico-privata (ma a maggioranza privata), di cui sono soci molti Enti Locali: dalla Provincia di Ancona alle 2 Comunità montane (Fabriano e S. Severino) a quasi tutti i Comuni (21) della Vallesina e Val Misa.

“ Con questa decisione si è voluto dare un segnale di moderazione dei ‘costi della politica’,in sintonia con la situazione generale in cui si trova il Paese (anche se costi di funzionamento della Società gravano sui Fondi UE del Piano di Sviluppo Rurale Regionale, e non sui soci).

E’ auspicio di tutti i 90 soci, pubblici e privati, che l’esempio dato dalla ‘Colli Esini’ venga seguito da altre Società, spesso partecipate dagli stessi Soci del GAL e spesso a totale partecipazione pubblica”: ha commentato il riconfermato presidente, Riccardo Maderloni.

Si ricorda che il nuovo Consiglio di Amministrazione del GAL è stato eletto con voto unanime nella Assemblea dei soci del 21 ottobre scorso ed è così costituito (tra parentesi il Socio che ha fatto la designazione):

Presidente: Riccardo Maderloni (Comunità montana dell’Esino Frasassi);
Vice presidenti : Alberto Ferazzani (Cassa di risparmio di Fabriano e Cupramontana), Maurizio Finucci (Ist. Marchigiano Tutela Vini); Consiglieri: Luciano Antonini (Cgia, Cna), Paolo Argalia (Consorzio Marche Verdi), Giuseppe Bonci (Ist. Marchigiano Tutela Vini), Stefano Brocani (Copagri), Denis Cingolani (Comune di Matelica), Emore Costantini (Comune di Castelplanio), Claudio Massaro (Coldiretti), Silvio Purgatori (Comune di Arcevia) e Giancarlo Sagramola (Provincia di Ancona).

Il Presidente, eletto dal CdA il 4 novembre scorso, è al suo 6° mandato triennale consecutivo.

Il GAL ‘Colli Esini’, uno dei 6 operanti nelle Marche, è il più avanzato nella realizzazione del proprio Piano di Sviluppo Locale (ha pubblicato finora 7 bandi su 17), ai sensi del Piano di Sviluppo Rurale Regionale, con un investimento complessivo di circa 5 milioni di euro, nei territori di 30 Comuni montani e altocollinari, di cui 26 nella provincia di Ancona e 4 in quella di Macerata.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2011 alle 19:24 sul giornale del 25 novembre 2011 - 738 letture

In questo articolo si parla di attualità, GAL Colli Esini S. Vicino

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/r8L





logoEV
logoEV