Quantcast

Monte San Vito: Sassi (Fli), “Residenza protetta”, l’ennesima incompiuta

Giorgio Sassi 2' di lettura 24/11/2011 -

Dopo i ritardi nella realizzazione dell’ampliamento del cimitero, dopo l’ennesima variazione del progetto di adeguamento delle strutture scolastiche in sintonia con le esigenze dei giovani arriva l’ ennesimo ritardo nell’adeguamento di una struttura esistente nel nostro territorio e che svolge un’ opera sociale di notevole importanza, “la Residenza Protetta”.



Nel Consiglio Comunale del 28 ottobre su esplicita richiesta di Futuro e Libertà, sul tipo di lavoro da eseguire, sui tempi e sull’organizzazione dell’eventuale trasferimento, anche se temporaneo, degli ospiti della Residenza Protetta ci è stato risposto che i lavori devono essere eseguiti entro il 31.12.2012, così come richiesto dalla legge regionale 20 del 2002 e dal regolamento attuativo del 2006.

Attualmente non ci sono le risorse finanziarie per eseguire i lavori stimati in 500.000,00 euro e ad oggi accantonati dal Comune ci sono solo 100.000,00 euro.

Lavori di cui si prevede una durata di circa 18 mesi e durante il quale la struttura dovrà essere interamente liberata. Per questo periodo non sono stati ancora presi accordi con altri Enti per alloggiare gli attuali ospiti e si rimanda l’acquisizione di tale informazione al Responsabile dei Servizi Sociali e comunque non sono, al momento, noti gli eventuali costi e modalità di trasferimento.

Inoltre ci è stato risposto che dei 35 ospiti che attualmente risiedono nella Residenza Protetta, tutti non autosufficienti, ben 20 non sono residenti nel nostro comune e che la Regione deve intervenire in maniera consistente con risorse economiche senza gravare pesantemente nelle tasche dei cittadini di Monte San Vito.

Come si evince dalla dichiarazione del Sindaco, che riportiamo di seguito si tratta, secondo noi, dell’ennesima approssimazione nella realizzazione di un’opera che deve garantire la sicurezza e un servizio sociale adeguato e un ritardo del quale non si prevede né la fine né le intenzioni dell’Amministrazione, ma allora il 31 dicembre 2012 chiudiamo?.


da Giorgio Sassi
Consigliere Comunale di Monte San Vito
Futuro e Libertà




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-11-2011 alle 15:31 sul giornale del 25 novembre 2011 - 607 letture

In questo articolo si parla di attualità, fli, futuro e libertà per l'Italia, Giorgio Sassi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/r7b





logoEV
logoEV