Quantcast

Calcio: la Jesina crolla in casa contro l'Atessa, scatta la contestazione, esonerato Fenucci

Jesina Calcio 4' di lettura 27/11/2011 -

Finisce davvero nel peggiore dei modi questo match, che la Jesina doveva a tutti i costi vincere, per non perdere contatto con l’avversaria di turno e con le altre squadre di cosa. Finisce con la squadra ed il tecnico Fenucci (squalificato), contestati dal pubblico di casa a fine partita, un centinaio di tifosi almeno, che si sono accalcati davanti all’uscita degli spogliatoi.



Non che sia mancato l’impegno, questo non si può minimamente dire, ma per quasi tutta la partita la Jesina è sembrata una squadra senza identità, è mancata quell’aggressività che ci sarebbe aspettata, vista l’importanza della posta il palio. Neanche a frittata combinata, subita la rete, si è visto un po’ di furore agonistico. E così il match è scivolato via verso l’epilogo che meno ci si aspettava, con la squadra ospite a controllare, senza un ricorso sistematico a falli e ostruzionismi di varia natura e la Jesina a cercare di rimediare, senza la capacità di costruire gioco, magari mettendoci un po’ di pazienza, affidandosi ad improbabili lanci lunghi, difficili da controllare, sempre preda della difesa avversaria.

Parte bene la Jesina, vicina alla rete al 13’, traversone rasoterra insidioso di Costantini, sul quale si avventa Cavaliere, De Deo, d’istinto, ribatte. Al 26’ ancora Leoncelli in area ospite: stavolta il cross è di Cavaliere, si accende una mischia, la conclusione di Strappini è troppo debole, sventa ancora il portiere ospite. Poi si fa vivo l’Atessa: è il 32’, lancio in verticale di Giansante per D’Angelo; spettacolare la conclusione, con palla però a lato. Al 35’ Strappini serve in area Gabrielloni, questi perde per un attimo il tempo per battere a rete, poi, spalle alla porta, tenta una improbabile rovesciata. Sventa la difesa. Dopo 10’ di ripresa, la frittata: scambio Mainella-Giansante, quest’ultimo, sull’uscita di Giovagnoli, batte in diagonale, violando la rete jesina. Per l’attaccante ospite non c’è tempo di esultare: nello scontro con l’estremo difensore jesino riporta un serio infortunio, tanto che viene portato fuori in barella. Al termine del match, arriva la brutta notizia: frattura scomposta di tibia e perone. La Jesina inizialmente sembra frastornata, poi prova a reagire, ma lo fa senza costrutto, affidandosi ad azioni tambureggianti, che si alternano a pericolose pause. E non mancano i pericoli, in occasione delle veloci sortite in contropiede degli ospiti. Al 24’ la migliore occasione in favore dei Leoncelli: Scartozzi a colpo sicuro colpisce un palo. Poi Fenucci, dalla gradinata, dove segue il match per la nota squalifica, chiede al suo vice Bacci di provare a cambiare assetto alla squadra, effettuando tutti i cambi a disposizione. Viene perfino spedito in campo Trimarco, che dovrebbe essere già in partenza per altri lidi. E’ lo stesso Trimarco, al 36’, a perdere il tempo per la deviazione, praticamente appostato ad un metro dalla linea di porta. Poi al 41’ Sebastianelli manca la più facile delle occasioni. Palla sul fondo. Dopo pochi minuti il triplice fischio ed inizia il caldo dopo partita. Senza incidenti, almeno a quanto ci risulta. In settimana si attendono notizie dalla società; questa squadra a tratti sembra demotivata, a tratti rassegnata. E’ un errore che la Jesina, con più di mezzo campionato da giocare non può permettersi. Problemi che il solo Negro non potrà risolvere.

Nel dopo partita una nota della Jesina rende noto l'esonero dell'allenatore Gianluca Fenucci: "Dopo la sconfitta interna contro l'Atessa Val di Sangro, la società Jesina calcio, ha deciso di esonerare Mr. Fenucci. La scelta si è resa necessaria per tentare di dare una svolta al campionato che purtroppo non sta delineandosi come si sperava. La società ringrazia l'allenatore per i successi e le soddisfazioni regalate negli ultimi anni ma è anche consapevole che si debba fare il possibile per invertire il ruolo di marcia fin qui tenuto. La società prende anche atto delle dimissioni del direttore sportivo Augusto Bonacci e si riserva 24 ore di tempo per valutare la sua posizione".

JESINA-ATESSA VAL DI SANGRO 0-1

Jesina: Giovagnoli, Pascucci, Severini, Sebastianelli, Alessandrini, Strappini (30’st Rossini), Costantini (Mattia Cardinali 12’ st), Frulla, Tommaso Gabrielloni, Scartozzi, Cavaliere. All.: Bacci (Fenucci squalificato).

Atessa Val di Sangro: De Deo, Di Mercurio, D’Addato, Di Camillo, Spoltore, D’Orazio, Beniamino, Zanetti, Mainella (23’ st Fonseca), D’Angelo (37’ st De Matteis), Giansante (12’st Maimone). All.: Ronci.

Arbitro: Sommese di Nola.

Reti: Giansante 12 st
Note: spettatori 800 circa
Ammoniti: Sebastianelli, Alessandrini, Scartozzi, Di Camillo, D’Angelo.








Questo è un articolo pubblicato il 27-11-2011 alle 20:05 sul giornale del 28 novembre 2011 - 965 letture

In questo articolo si parla di sport, jesina calcio

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ses





logoEV
logoEV