Pizzi replica a Paradisi: 'Grazie ai tornei di scacchi a Senigallia decine di persone'

mario pizzi maurizio mangialardi 2' di lettura 26/11/2011 -

Egregio signor Paradisi, visto che mi ha chiamato in causa, sento il dovere di risponderLe. Il signor Sindaco Mangialardi non mi ha dato 1500 € a stagione finita dilapidando così i soldi comunali ma, anzi, mi ha dato 1000 € in meno di quelli che io avevo richiesto riconoscendomi il lavoro svolto e spiegandomi che purtroppo bisognava fare economia.



Ci tengo a sottolineare, senza polemizzare, che il sottoscritto, presidente del Circolo Scacchistico Senigalliese, non ha organizzato solo le nove simultanee ma anche diversi tornei, anche internazionali, iniziando ai primi di giugno e finendo alla fine di agosto, quindi ben tre mesi di attività ininterrotta. Purtroppo, come Lei ben sa, organizzare eventi costa e parecchio ed io, per risparmiare , ho organizzato tornei dove i premi non erano in denaro ma in natura, ovvero cesti con vari tipi di cibo, coppe e targhe. Nonostante tutto ho speso più di tremila euro di cui ne ho chiesti 2500 alla amministrazione.

Le vorrei far notare che con le cose da me organizzate che Lei ritiene inutili sciocchezze, io ho contribuito a far venire a Senigallia decine di persone che hanno alloggiato negli alberghi, mangiato nei ristoranti e bar e comprato merce nei negozi e quindi penso di essermi più che meritato quei 1500 €. Inoltre Le vorrei far notare che molte persone, scacchisticamente parlando, vengono turiste a Senigallia proprio per le mie simultanee, che Lei tanto snobba, in quanto non potendo giocare a scacchi durante l'anno dove abitano, colgono l'occasione di venire a Senigallia per farlo. Lei ha mai pensato che come scacchista, potrei organizzare eventi con 1500 bambini di tutta Italia, che accompagnati potrebbero arrivare a quasi 5000 persone alloggiate in senigallia per nove giorni?

Lei che é così capace di fare i conti, questa volta li faccia davvero e invece di dire sciocchezze, che fanno mucchio, mi dia una mano a trovare sponsor ed a organizzare per il bene di Senigallia. Per farle capire che il comune non mi da niente gratis le faccio presente che lo stesso pretende da me quasi 2100 € più condominio per l'affitto di 36 mq. del Circolo dove io insegno ai bambini e grandi a giocare a scacchi. Perché non viene anche Lei così si renderebbe conto che facendo una mossa non pensata bene si perde facilmente la partita. Infine la invito a non usare più termini scacchistici nei titoli per fare sensazione, potrebbe trovarsi in Zugzwang.


da Mario Pizzi
Presidente Circolo Scacchistico Senigalliese





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-11-2011 alle 16:20 sul giornale del 28 novembre 2011 - 2992 letture

In questo articolo si parla di roberto paradisi, attualità, maurizio mangialardi, scacchi, mario pizzi, circolo scacchistico senigalliese

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/scl


"Per farle capire che il comune non mi da niente gratis le faccio presente che lo stesso pretende da me quasi 2100 € più condominio per l'affitto di 36 mq. del Circolo".
Provi ad occupare (anzi "okkupare") abusivamente un altro lacale.
In città funziona così.

Gli appuntamenti estivi del circolo scacchistico senigalliese li ho sempre trovati un'ottima offerta per la città. Ho sempre visto gente curiosa attorno ai tavoli (quasi sempre pieni) e entusiasta di prenderne parte. Io stesso, quando ho potuto, pur con scarse conoscenze scacchistiche, mi sono sempre voluto dilettare nel gioco. Oltretutto rappresentano un appuntamento molto originale rispetto ad altri eventi della stagione.

Giovanni Corrieri

Mario Pizzi è una vera istituzione per la nostra città! E' un peccato attaccare un'associazione che opera tutto l'anno a Senigallia e forse è tra le più attive in Italia...

Io ho sempre perso nelle simultanee organizzate da Pizzi. Eliminiamole! :-)

anche a me come a tanti altri che lo fanno piace fermarmi a guardare le partite a bocce d'estate sulle spiagge, a ridosso del marciapiede

quanto dà il comune ai bagnini per quei tornei?
certo, non li fanno in simultanea, i costi sono minori

Beh, anche a me piace guardare le partite di Beach Volley, ma quelle sono strutture che fanno comodo ai bagni per offrire un servizio in più nel loro stabilimento rispetto ad altri bagni (di utenti che pagano per usufruirne). Oltretutto non sarebbero aperti a tutti: un utente dei bagni potrebbe tranquillamente cacciarmi via e io non potrei pretendere di giocare. In questo caso mi sembra ci sia differenza, visto che la simultanea è aperta a tutti, senza pagare nulla e con giocatori esperti/professionisti che ti si confrontano davanti. Oltretutto l'associazione scacchistica mi pare di capire che non guadagni un euro, diversamente da bagni o circoli privati che possono comunque far pagare l'utilizzo di una struttura. Non so, è un pensiero mio, accetto approfondimenti di ogni tipo...




logoEV