Quantcast

Santa Maria Nuova: Mastri (Noi Centro), rassicurati ma non del tutto dal Sindaco Santicchia

Libertà e Aunonomia - Noi Centro 2' di lettura 28/11/2011 -

Prendiamo atto che il Sig. Sindaco da un lato abbia assicurato che il rinnovo della  convenzione tra il Comune di Santa Maria Nuova e la scuola d’infanzia privata paritaria della frazione Collina non è mai stato messo in discussione, ma dall’altro afferma che in ogni contratto in  scadenza non è scontato che le condizioni rimangano le stesse.



Questa risposta bizantina, giustificata nell’ottica di dare vita ad una buona e trasparente gestione del denaro di tutti i cittadini e non di qualcuno in particolare. Il che, se il senso logico di tale affermazione non ci tradisce, sembrerebbe sottendere che la precedente amministrazione abbia favorito qualcuno e, tra i qualcuno, l’asilo privato di Collina: quindi avendola favorita ora occorre rivedere al ribasso le condizioni economiche di concessione.

A meno che il Sig. Sindaco non intenda dire che, dovendo l’amministrazione dell’asilo pagare di tasca propria gli insegnanti che, come è noto, nella scuola pubblica evidentemente sono a carico dall’ente pubblico, questa amministrazione voglia invece migliorare le condizioni economiche di convenzione. Se così fosse è evidente che avremmo preso una cantonata e chiederemo scusa al sig. Sindaco soprattutto per questa nostra immotivata diffidenza che si basa sulle “voci del paese”.

Purtroppo in questa fase il dubbio o la diffidenza rimane non tanto per un ipotetico ritorno ad un laicismo anticlericale, ma rimane perché confortata dal tono violento di alcune prese di posizione sul tema che ha assunto, il giorno successivo al nostro comunicato stampa, ad esempio, sul sito “BaroneRosso” che, applaudendo alla iniziativa del sig. Sindaco, va molto al di là di una normale dialettica visto che, non riuscendo nemmeno a distinguere tra laicismo e laicità, farnetica in modo becero tra Costituzione e Patti Lateranensi e tra religiosità, democrazia e fascismo: un miscuglio di amenità (si fa per dire) da far impallidire il vetusto laicismo anticlericale. Se questi sono i suoi sostenitori allora si che c’è da preoccuparsi sig. sindaco!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 28-11-2011 alle 15:41 sul giornale del 29 novembre 2011 - 832 letture

In questo articolo si parla di attualità, Libertà e Autonomia - Noi Centro

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/sf9





logoEV
logoEV