x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Prossimi alla scadenza i termini per la richiesta di contributi per le situazioni di disagio

3' di lettura
751
dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it

logo comune di Jesi

Sono tre  le scadenze a gennaio per beneficiare di contributi o altre forme di sostegno da parte di chi vive in situazione di forti difficoltà economiche.

Entro il 20 possono presentare domanda di accesso ai contributi della legge regionale 30 (disagio sociale, nascita ed adozione, polizza assicurativa per la copertura degli infortuni domestici) le famiglie residenti a Jesi che abbiano un reddito Isee non superiore ai 7 mila euro. Possono accedere ed hanno la precedenza al beneficio anche i nuclei familiari con 3 o più figli che non superano il tetto di reddito Isee di 13 mila euro e le donne non coniugate in stato di gravidanza o ragazze madri con figli minori con reddito Isee fino a 10 mila euro. Il contributo sarà pari a 500 euro per le richieste relative a disagio sociale e nascita o adozione e 100 euro per la polizza antinfortunistica. L'erogazione avverrà sulla base della graduatoria che verrà stilata e fino ad esaurimento delle risorse che saranno assegnate al Comune di Jesi.

I moduli per le domande sono reperibili presso la portineria del Comune in piazza Indipendenza 1, presso lo Sportello Unico Servizi in piazza Spontini 8 e presso il Centro per l'integrazione sociale all'ex Appannaggio.

Sempre entro il 20 gennaio possono essere presentate le domande per l'assegnazione di alloggi destinati a situazioni di emergenza abitativa da parte di famiglie che hanno un reddito Isee inferiore ai 10.798 euro, assoggettate a procedura giudiziaria di sfratto per finita locazione o morosità. L'assegnazione di alloggi riveste carattere di temporaneità per la durata di un anno eventualmente prorogabile se permangono i requisiti di assegnazione. Il modulo per la presentazione della domanda è reperibile presso lo Sportello Unico Servizi.

Scade invece il 31 gennaio il termine ultimo per l'assegno di cura per anziani non autosufficienti. Destinatari dell’assegno sono quegli anziani residenti in uno dei 21 Comuni dell'Ambito (Jesi e Vallesina) che hanno una certificazione di invalidità totale e che restano nel proprio contesto di vita e di relazioni attraverso interventi di supporto assistenziale gestiti direttamente dalle loro famiglie o con l’aiuto di assistenti familiari privati in possesso di regolare contratto di lavoro. Per essere ammessa al contributo (200 euro), la persona assistita deve aver compiuto 65 anni, essere dichiarata non autosufficiente con certificazione di invalidità pari al 100% e usufruire di indennità di accompagnamento, oltre ad avere un reddito Isee con un valore massimo di 11 mila euro se è residente da solo o 25 mila euro se fa parte di un nucleo familiare. Le domande vanno presentate nei Comuni di residenza attraverso i modelli disponibili a Jesi presso le portinerie del palazzo comunale in piazza Indipendenza o dell'Istituzione centro servizi sociali in via Gramsci 95; negli altri Comuni della Vallesina presso i servizi sociali delle rispettive residenze municipali.



logo comune di Jesi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-01-2012 alle 16:09 sul giornale del 04 gennaio 2012 - 751 letture