Quantcast

Un itinerario turistico-culturale attraverso la storia, l'arte e la natura della Vallesina

Daniele Olivi, Leonardo Lasca 3' di lettura 04/01/2012 -

Sulle tracce della ben scritta guida turistica 'Visitare, conoscere, vivere Jesi e la Vallesina' degli autori jesini Emanuele Ramini e Francesco Formiconi, la Fondazione Federico II di Jesi organizza, per domenica 8 gennaio, un itinerario nella suggestiva cornice di Piazza Federico II di Jesi.



Il giro turistico-culturale si compone di 7 tappe: si parte da Palazzo Ripanti, ove saranno esposte le opere dell'artista Paolo Messersì, oltre ai primi numeri delle voci della città, ossia le testate giornalistiche locali più longeve: Voce della Vallesina, Jesi e la sua Valle, Portobello's Magazine. Aprirà per l'occasione le sue porte anche il Museo Diocesano in cui sarà esposto lo stendardo nel quale l'architetto Giorgio da Como illustra la Cattedrale a Federico II.

Tre alunni della classe 3A dell'Istituto Statale d'Arte di Jesi, coadiuvati dagli artisti e docenti Carlo Cecchi, Nicola Farina e Massimo Ippoliti, esporranno le proprie rappresentazioni dei personaggi G.B. Pergolesi, G.Spontini e F.Conti secondo la tecnica espressiva della Pop Art. A far loro compagnia saranno le sagome di personaggi famosi che hanno reso celebre la città di Jesi, concesse dalla Fondazione Andrea Cardinaletti che lo scorso anno realizzò la mostra Jesi e il 900.

Tra le varie bellezze storico-artistico e culturali della Vallesina, non si può fare a meno di citare la Riserva Regionale di Ripa Bianca, istituita nel 2003, situata alle porte di Jesi. Nell'area antistante la Scuola elementare Mestica dell'Istituto Comprensivo Lorenzo Lotto sarà presente anche questa peculiarità del territorio jesino, con fotografie di Francesco Silvi e altro materiale informativo.

Nell'angolo accanto alla balaustra del '700 sopra Via del Fortino, all'interno della Tenda Federiciana, saranno esposti francobolli e medaglie commemorativi di monumenti e personaggi jesini del'Associazione Filatelica e Numismatica Federico II, sorta nel 1946 come veicolo di promozione per la diffusione della cultura e della storia di un territorio.

Nell'atrio del Palazzo Balleani, sede della Fondazione Federico II, saranno illustrati due percorsi: le Abbazie e i Comuni della Vallesina con foto di Francesco Silvi e verranno altresì esposti gli abiti della Pala di S. Lucia di Lorenzo Lotto realizzati dalle professoresse Rosaria Miniti e Patrizia Ballerini, da una mostra tenutasi a Palazzo Pianetti nel 1996. Sempre a Palazzo Balleani si potranno ammirare le fotografie, di Francesco Silvi, utilizzate per la guida turistica 'Visitare, conoscere, vivere Jesi e la Vallesina'.

"Abbiamo accolto con piacere l'invito di Franca Tacconi (vice presidente della Fondazione Federico II di Jesi, ndr) a patrocinare l'iniziativa che serve a valorizzare la piazza più bella che abbiamo, purtroppo poco frequentata", commenta l'Assessore alla Cultura del Comune di Jesi Leonardo Lasca.

"Questo itinerario rimette insieme peculiarità e caratteristiche tipiche dello spaccato della comunità jesina e va a valorizzare la nostra cultura in Piazza Federico II, dove l'Amministrazione Comunale ha già investito in un progetto più complesso."

L'itinerario, patrocinato dal Comune di Jesi, con la collaborazione delle testate locali Jesi e la sua Valle, Voce della Vallesina e Portobello's Magazine, oltre che dall'Istituto Statale d'Arte 'E. Mannucci' e dall'Istituto Comprensivo 'Lorenzo Lotto', avrà luogo dalle 10,45 alle 12,45 e dalle 16,45 alle 20.








Questo è un articolo pubblicato il 04-01-2012 alle 14:46 sul giornale del 05 gennaio 2012 - 702 letture

In questo articolo si parla di cultura, jesi, daniele olivi, Fondazione Federico II Hohenstaufen di Jesi onlus, ilaria cofanelli, leonardo lasca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/tAA