Quantcast

Amministrative 2012: Patto per Jesi forse presenterà una propria lista

Patto per Jesi 2' di lettura 13/01/2012 -

Sabato alle 10.00 all'Hotel dei Nani si ripresenta alla città Patto per Jesi in vista delle prossime amministrative cittadine.



Non è ancora stato deciso se creare una propria lista o se appoggiare uno dei candidati che si presentaranno alla tornata elettorale, molto dipenderà dall'accoglienza che il movimento riceverà, sebbene "nessuno di noi, infatti, vive di politica, nemmeno in parte, né aspiriamo a farlo perché siamo persone che, invece, vivono di lavoro ed hanno intenzione di continuare a farlo fin quando sarà possibile" spiega Alfredo Punzo nel documento preparatorio alla conferenza stampa di presentazione, pubblicato anche sulla pagina Facebook di Patto per Jesi.

Si capisce già da queste poche parole una certa 'ostilità' al mondo politico 'tradizionale', alla "politichetta", come viene chiamata nel documento stesso, che ha prodotto un "completo ribaltamento tra fine e mezzo: è il consenso che diventa il fine perché con il consenso si aumentano i “posti” a disposizione della parte che ne ha ottenuto di più e che sono necessari a “mantenere” con stipendi, prebende e privilegi i politici di mestiere, mentre il “governare” è degradato a semplice strumento per fare consenso".

"i partiti politici oggi sono tutt’altro che il luogo dove i cittadini possono partecipare al confronto democratico per produrre le idee che formeranno la Visione Valoriale ed il conseguente Progetto per il Futuro di tutti", continua il documento. "Noi di “Patto per Jesi” non accettiamo questo tipo di politica e, soprattutto, intendiamo a proposito fare qualcosa di concreto, proprio a partire dal livello locale, ... facciamo appello ai cittadini come noi, ovvero a quella larga parte di popolazione che come noi sente l’esigenza di “cambiare” e “contare” nel determinare il proprio Futuro. Cittadini, persone che magari non votano ormai più da tempo o vanno a votare stancamente per partiti che non conservano più nessuna della caratteristiche previste dallo spirito del dettato costituzionale!"

Quattro sono i punti principali che il movimento ha individuato ed attorno ai quali costruire il programma per la jesi del futuro: sviluppo economico ed occupazionale della città, servizi alla persona, abitabilità della città, riassetto finanziario ed organizzativo della macchina comunale.

"La nostra parola d’ordine è riprendiamoci la nostra Jesi" conclude il documento di presentazione, invitando i cittadini a partecipare a scegliere liberamente senza dover sottostare a modelli importati.



...

La presentazione di Patto per ...






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-01-2012 alle 20:42 sul giornale del 14 gennaio 2012 - 1625 letture

In questo articolo si parla di attualità, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/tU5