x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Chiaravalle: Fenucci (Pdl), la Montali tolga subito le deleghe a Moscatelli rispettando il Consiglio

3' di lettura
724

da Gianluca Fenucci
Capogruppo PDL Chiaravalle


Gianluca Fenucci
“Non è nel suo dna ma il sindaco Montali per una volta dovrebbe avere buon senso e dimostrare di tenere in considerazione, da autentica democratica, il parere del consiglio comunale: ecco perché dovrebbe immediatamente togliere le deleghe a Moscatelli visto che il voto del consiglio è stato inequivocabile.

Del resto anche il coordinatore locale del PD, Silvia Camerucci, ha esortato il sindaco a prendere atto del parere dei consiglieri comunali e la Montali non dovrebbe fare spallucce.

Lei che ad ogni piè sospinto parla di pari opportunità, di diritti e di legalità, di democrazia e di trasparenza, avrebbe ora la possibilità di dimostrare che le sue non sono solo parole vuote e che sa cosa vuol dire aver rispetto per il consiglio comunale che è la massima espressione istituzionale della cittadinanza.

Una piccola annotazione anche per la segreteria provinciale PD che ha convocato proprio a Chiaravalle la sua assemblea che avrà per oggetto il futuro dell’Italia e dell’Europa: perché, caro Lodolini, non iniziate ad affrontare intanto il futuro di Chiaravalle e sollecitate il sindaco ad avere rispetto del consiglio comunale e dei consiglieri PD che non la pensano come lei?

La Montali continua ad offendere gli 8 consiglieri di maggioranza che hanno presentato la mozione anti-Moscatelli, affermando che il loro veto al vicesindaco è di natura caratteriale e personale, mentre noi pensiamo, come gli 8 firmatari della mozione, che Moscatelli abbia sbagliato, e molto, nel merito e nei metodi.

La Montali dimostra un autoritarismo fuori luogo e concepisce come “cosa sua” il governo della città.

A questo proposito ho apprezzato le dichiarazioni del segretario di Rifondazione Comunista, Maurizio Quercetti, anche lui profondamente deluso dall’atteggiamento antidemocratico del sindaco. Però, i consiglieri di “Sinistra l’Arcobaleno”, astenendosi, hanno perso una buona occasione per schierarsi a fianco del loro segretario Quercetti.

Tornando al sindaco Montali, è ridicolo l’ordine del giorno che ha avanzato al consiglio per le proposte di fine legislatura: ad un anno dalla fine del mandato quali promesse e quali atti può concretizzare un sindaco che non ha fatto nulla nei quattro anni precedenti? La Montali non ha capito che la gente è stanca ed i cittadini di Chiaravalle ne hanno abbastanza del suo vecchio modo di far politica che presuppone solo accordi stretti all’interno delle segreterie dei partiti e con un governo dei pochi e dei potenti che ha portato Chiaravalle al più becero immobilismo.

L’unica cosa da fare, caro sindaco, è questa: tolga immediatamente le deleghe a Moscatelli e tra un anno, senza perpetrare ulteriori danni, tolga anche lei il disturbo; la nostra città ha bisogno di altro: di aria pura, nuova, di politici che si mettano al servizio dei cittadini e che si prendano davvero a cuore la soluzione dei tanti, gravi, problemi che attanagliano la città”.



Gianluca Fenucci

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 25-01-2012 alle 21:22 sul giornale del 26 gennaio 2012 - 724 letture