x

SEI IN > VIVERE JESI > SPETTACOLI
comunicato stampa

La Stagione Teatro Ragazzi prosegue con “Brrr, che paura!”

2' di lettura
651
dalla Fondazione Pergolesi Spontini
www.fondazionepergolesispontini.com

Brrr che paura
Domenica 29 gennaio alle ore 17,30, al Teatro Pergolesi di Jesi, va in scena lo spettacolo “Brrr, che paura!” del Gruppo Alcuni (Treviso), per la 28esima Stagione di Teatro Ragazzi a cura del Teatro Pirata in collaborazione con la Fondazione Pergolesi Spontini. Uno spettacolo di teatro d’attore con pupazzi che coinvolgerà il pubblico con danze e giochi.

Il piano che Maga Cornacchia ha messo in atto contro Idea e i suoi amici Calzino e Blublù, questa volta è davvero malvagio! Vuole infatti sconfiggerli usando la paura, o meglio proprio quelle paure che ognuno di noi, specie quando siamo bambini, sente dentro. Lungo il cammino i nostri amici trovano la strada disseminata di trappole capaci di trasmettere la cosiddetta “fifa”, sparpagliate non a caso da Maga Cornacchia. Per fortuna Idea, Calzino e Blublù incontrano degli amici che li aiutano: il lupo solitario, il fantasma buono, e il fuoco che racconta della sua paura del buio e di come l’ha superata. Ognuno dà buoni consigli, ma Maga Cornacchia non è un avversario che demorde facilmente! Come va a finire è facile da immaginare!

Lo spettacolo vive del coinvolgimento del pubblico, che verrà invitato a danzare, giocare e (quello che più conta!) essere coinvolto nella costruzione della storia.

Testo e regia Sergio Manfio. Con Laura Fintina.
Biglietti: 5 euro bambini e 7 euro adulti. In occasione dello spettacolo, i bambini potranno festeggiare il proprio compleanno a teatro: per gruppi di almeno 15 persone, i bambini che compiono gli anni possono entrare gratis mentre gli amichetti entreranno al costo agevolato di 4 euro.

Informazioni: Biglietteria Teatro Pergolesi Tel. 0731/206888 – Fax 0731/224105
www.fondazionepergolesispontini.com biglietteria@fpsjesi.com
Teatro Pirata Tel. 0731/56590 www.teatropirata.com box@teatropirata.com



... Brrr che paura


Brrr che paura

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 27-01-2012 alle 20:44 sul giornale del 28 gennaio 2012 - 651 letture