Rifiuti raccolti dopo la denuncia di Vs: Campanile, 'In arrivo multe e sacchetti'

rifiuti all'oasi di San Gaudenzio 3' di lettura 23/02/2012 - “Senigallia non è la città dei rifiuti ma della raccolta differenziata per eccellenza”. Il comune replica dopo le proteste sollevate per i disservizi nel servizio di raccolta dei rifiuti da parte della ditta appaltatrice del servizio, la Aimeri di Milano.

Le numerose segnalazioni dei cittadini, arrivate in parte anche al Cir33 (il consorzio intercomunale per la gestione dei rifiuti) evidenziavano il mancato ritiro dei rifiuti come carta e grigio per diverse settimane in varie zone della città. Ma non solo. In alcune vie sarebbero frequenti i ritiri a singhiozzo, ossia bidoni svuotati solo fino a un certo punto della strada pubblica. Dopo la denuncia di Vivere Senigallia, ieri pomeriggio la carta è stata ritirata con passaggi straordinari in varie zone della città che non erano servite da tre settimane e il Cir33 assicura che in pochi giorni saranno recuperati tutti i passaggi saltati.

“Siamo un comune che fa della raccolta differenziata il suo fiore all'occhiello e siamo presi ad esempio nazionale -ribatte l'assessore alla città sostenibile Gennaro Campanile- ci sono stati alcuni disagi, postumi al maltempo, ma che la ditta sta risolvendo. I cittadini sono convinti della bontà della differenziata e partecipano attivamente. Sono tante le azioni che in questi anni abbiamo messo in campo per raggiungere l'attuale 60% di raccolta differenziata e che vogliamo far arrivare al 65% nel 2012 per ottenere la riduzione dell'ecotassa. Mi riferisco all'apertura del nuovo centro ambiente, alla riconferma del centro di Sant'Angelo e ai progetti che avvieremo nel 2012”.

Tra le novità che arriveranno nei prossimi mesi, l'apertura di un centro del riuso per libri, computer e giochi, l'estensione del porta a porta sul 100% del territorio comunale, l'eliminazione definitiva delle 23 isole ecologiche e dei 30 cassonetti del grigio stradale ancora presenti sul territorio che saranno sostituiti dal porta a porta, il potenziamento della raccolta dei rifiuti in estate sul lungomare e nel centro storico, l'introduzione di piccoli bidoni per il verde e le potature e il potenziamento dei punti di raccolta degli oli esausti. L'isola ecologica di viale Leopardi in particolare, trasformata dall'inciviltà di molti in una discarica a cielo aperto, verrà delocalizzata alla ex Pesa Pubblica e sarà a scomparsa. E a proposito di discariche a cielo aperto, come quella che persiste nei pressi di Villa Aosta, in prossimità del centro commerciale di via Abbagnano e altre come quelle a San Gaudenzio, il Comune annuncia l'arrivo della Polizia Municipale e multe salate fino a 400 euro.

Gli ispettori del Cir33 stanno verificando i rifiuti abbandonati, come quelli di tipo edilizio a Villa Aosta, o quelli nei pressi del Multiplex di via Abbagnano abbandonati da cittadini incivili e varie altre situazioni presenti sul territorio -spiega Campanile- in molti casi siamo già riusciti a risalire ai proprietari dei rifiuti illegittimamente abbandonati e la Polizia Municipale, dopo i necessari riscontri, sta iniziando ad elevare multe che vanno da 56 euro per l'errato conferimento fino a 400 euro in caso di abbandono dei rifiuti”.

La prossima settimana sarà risolta anche la questione della mancanza dei sacchetti dell'organico in distribuzione gratuita nei centri del Cir33. Da alcuni mesi la Aimeri infatti non li fornisce più, seppure lo dovrebbe fare come previsto nel contratto di appalto, e così se la situazione non sarà regolarizzata entro la prossima settimana provvederà direttamente il Cir33. “Non può passare l'idea di una città invasa dai rifiuti perchè così non è -fa eco l'assessore ai lavori pubblici Maurizio Memè- ci sono stati disservizi provocati dalla neve ma la situazione è rientrata. Il comune è in prima linea per garantire la raccolta differenziata, su crediamo e investiamo tantissimo”.








Questo è un articolo pubblicato il 23-02-2012 alle 23:30 sul giornale del 24 febbraio 2012 - 3517 letture

In questo articolo si parla di attualità, giulia mancinelli, rifiuti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/vEc


Anche l'argine vicino al parcheggio dell'ipersimply sta diventando una discarica a cielo aperto sempre per colpa della maleducazione di tanti cittadini.

Io non capisco.
Da una parte il cittadino che si lamenta dei mancati ritiri (io, personalmente, nel 2011 ho dovuto chiamare almeno 5 volte il Cir33, e non si trattava né di maltempo, né di diritto di sciopero) dall'altra il politico che risponde "Siamo un comune che fa della raccolta differenziata il suo fiore all'occhiello e siamo presi ad esempio nazionale."
In primis, Senigallia non ha mai raggiunto i risultati minimi per essere comune "virtuoso", e non so quale sia l'esempio che stiamo dando...
Poi, chi differisce è il cittadino.
E' il sistema di raccolta "porta a porta" che non funziona.
Il bravo cittadino, quello si impegna a differenziare, si lamenta di quello che succede, dopo che ha posizionato il sacchetto regolarmente per la raccolta. Lo vogliamo capire, oppure no?
Il politico deve rispondere: "abbiamo tirato le orecchie al Cir 33"
Invece, qual è quindi la soluzione politica?
"l'eliminazione definitiva delle 23 isole ecologiche e dei 30 cassonetti del grigio stradale."

RiMarco

Commento sconsigliato, leggilo comunque

Dopo tre settimane che non passava la raccolta della carta, dopo il nevone ho preso la macchina e l'ho portato direttamente al centro di raccolta!

Janenel è una cittadina degna di essere definita tale.
Bisogna fare, agire, senza tanti bla-bla-bla.

Esatto, Janenel fa bene.
I bla bla bla, vanno letti e capiti.
Se il futuro progetto politico è "l'eliminazione definitiva delle 23 isole ecologiche" (ovvero il centro di raccolta, nel caso non fosse chiaro), se la raccolta porta a porta non funziona, qual è la soluzione?