Corinaldo: PdL su turbogas, 'Accuse strumentali. Ribadiamo il no alla centrale'

Pdl 1' di lettura 24/03/2012 - “Città Attiva” invece di rivolgere accuse evidentemente strumentali, dovrebbe domandarsi perché la maggioranza di centro-sinistra non aveva i numeri in Consiglio Provinciale per votare l’ordine del giorno sulla Centrale Turbogas di Corinaldo presentato dal Gruppo SEL.

Se gravissimo, secondo Astracedi, é il comportamento del PDL, come dovrebbe essere giudicato quello del PD, partito di maggioranza relativa in Provincia? Il Presidente del Consiglio ha dichiarato sciolta la seduta per mancanza del numero legale ma chi avrebbe dovuto garantire la votazione, peraltro su un ordine del giorno non presentato e né discusso nella competente Commissione Consiliare? I numerosi Consiglieri assenti dai banchi della maggioranza o gli otto consiglieri del PDL su un totale di trenta consiglieri?

Il PDL è fermamente contrario alla realizzazione della centrale Turbogas a Corinaldo e ne ha dato e continuerà a dare coerente prova e dimostrazione ma non vuol essere la stampella ad una maggioranza di centro-sinistra che non è in grado nemmeno di approvare un ordine del giorno preparato in modo strumentale, senza alcun coinvolgimento dei gruppi di minoranza e in tutta fretta per portarlo come vessillo in campagna elettorale.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-03-2012 alle 19:21 sul giornale del 26 marzo 2012 - 3202 letture

In questo articolo si parla di politica, corinaldo, ivana ballante, popolo della libertà, pdl, turbogas

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/wVg





logoEV