x

Amministrative 2012: Sel presenta la squadra, “continuità di centrosinistra al governo, ma con persone nuove”

I candidati di Sel 2' di lettura 05/04/2012 - E’ Andrea Dignani a illustrare la lista di Sel, che alle prossime elezioni amministrative di maggio, appoggia la candidatura a Sindaco di Augusto Melappioni. 19 nomi di cui 7 donne, fra cui la più giovane esponente della lista: Maria Ludovica Lancione.

“Anche i candidati indipendenti hanno una vicinanza con il gruppo e sono esponenti di spicco che daranno il loro contributo al successo della lista”, spiega Dignani, che è il capolista. “Il nostro intento con questa lista, che siamo sicuri sarà in grado di ottenere un buon risultato, è quello di dare una continuità di governo del centrosinistra a Jesi. Continuità che deve però essere intesa come un rinnovamento dal punto di vista della gestione, perché deve essere in grado di rispondere ai problemi dei cittadini, che vanno dalla convivenza sociale al lavoro, dallo sviluppo all’urbanistica. Serve un nuovo assetto politico della sinistra, con persone nuove che si preoccupino di tutelare l’ambiente ed i beni comuni. Siamo sicuri di apportare il nostro contributo alla vittoria di Melappioni al primo turno”.

Luigi Romitelli parla di “un buon lavoro realizzato nel concepire la lista che rappresenta un’area molto ampia della comunità che opera a Jesi, in cui i candidati indipendenti sono persone note e stimate, che sapranno contribuire alla conferma della tradizione del centrosinistra di governo a Jesi sebbene rinnovata nelle persone. E’ importante che la città torni a concepire i beni comuni come beni della collettività e come tali li difenda”.

Sandro Sbarbati definisce la squadra come una “bella espressione di sinistra di governo, che voglia governare rinnovando. Il problema del lavoro è centrale, pur riconoscendo su questo tema i limiti di un’Amministrazione comunale, che però si deve porre al centro nel governo dei processi che possono portare alla soluzione. Jesi deve tornare ad essere la guida della Vallesina e per questo occorrerà mettersi in rete e trovare sinergie con i comuni limitrofi”.

Claudio Fratesi nel condividere le idee già espresse parla della lista come di “un segno evidente della volontà comune della sinistra, dopo le divisioni del passato su certe battaglie, di tornare a condividere alcuni valori e rispondere alle necessità dei cittadini”.








Questo è un articolo pubblicato il 05-04-2012 alle 23:52 sul giornale del 07 aprile 2012 - 1430 letture

In questo articolo si parla di attualità, paolo picci

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/xsE





logoEV
logoEV