x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Una settimana di tempo in più per farsi riconoscere come locale storico

1' di lettura
647
dal Comune di Jesi
www.comune.jesi.an.it

logo comune di Jesi

L'Amministrazione comunale informa che sono stati prorogati di una settimana, e pertanto fino a sabato 14 aprile compreso, i termini per la presentazione delle domande per l’inserimento nell’Elenco Regionale dei locali storici e per l’attribuzione del logo “Locale Storico Marche”.

Nella tipologia di locali storici sono ricompresi gli esercizi commerciali aperti al pubblico, quali le osterie, le locande, le taverne, le botteghe e spacci di campagna storici la cui attività sia svolta da almeno quarant’anni con la stessa tipologia di vendita o somministrazione nello stesso locale e che siano mantenute le caratteristiche originarie dell’attività.

La decisione di procedere ad una proroga è stata assunta dal Comune a fronte delle poche domande pervenute (tre), delle potenzialità dei locali presenti in città e della possibilità degli uffici di poter comunque completare le istruttorie da presentare in Regione nei termini previsti.

Possono presentare domanda di iscrizione nell’elenco regionale dei locali storici sia i proprietari sia i gestori dei locali. Possono indicare i locali meritevoli di essere censiti anche le associazioni aventi finalità di tutela del patrimonio culturale, turistico e sociale, nonché i cittadini.

La domanda deve essere redatta utilizzando il modulo reperibile unitamente alla normativa di riferimento, dal sito internet comunale all’indirizzo www.comune.jesi.an.it nella sezione avvisi o ritirabile presso la la portineria del Comune in Piazza Indipendenza n.1, Jesi. Va inoltrata sia su supporto cartaceo (e presentata presso l’ufficio protocollo del Comune di Jesi), sia in modalità telematica attraverso la spedizione di tutta la documentazione, in formato pdf, all’indirizzo protocollo.comune.jesi@legalmail.it.



logo comune di Jesi

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 06-04-2012 alle 13:25 sul giornale del 07 aprile 2012 - 647 letture