Amministrative 2012: Cercaci (Pdl), su San Niccolò poca democrazia e niente trasparenza

Chiara Cercaci 1' di lettura 17/04/2012 - Diversi consiglieri avevano chiesto la riunione della terza commissione per discutere dei lavori di intervento del convento ex-Giuseppine, ma nulla di fatto!

Il comitato San Nicolò e Italia Nostra potrebbero far ricorso addirittura alla magistratura se il Comune facesse passare la soluzione dei costruttori e numerosissimi cittadini hanno firmato una petizione per rendere indipendente l’ abside della chiesa!

Persino la 1^ circoscrizione all’ unanimità aveva chiesto al Comune di far liberare l’abside dal blocco degli appartamenti previsti.

Ma ancora niente di fatto! L’amministrazione comunale è sorda ai suoi cittadini in barba alla democrazia e perdipiù in totale assenza della trasparenza dato che la giunta vorrebbe decidere da sola sul futuro dell’antico Convento Ex-Giuseppine; e sembrerebbe voler prendere la decisione di autorizzare l’intervento per i nuovi appartamenti senza chiedere ai proprietari di liberare l’abside della antica chiesa.

Sarebbe il caso invece che si interrompesse qualsiasi provvedimento in merito lasciando alla prossima amministrazione comunale il compito di deliberare e si spera a questo punto nella discontinuità di governo visti gli ‘infelici regali’ che questo governo continua a farci e che la nuova coalizione di sinistra che si presenta alle elezioni è sempre la stessa nei nomi e nei programmi!

Ndr: sullo stesso argomento ha scritto un intervento anche Daniele Massaccesi (Jesiamo)


da Chiara Cercaci
Vice-coordinatore Pdl Jesi





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-04-2012 alle 16:01 sul giornale del 18 aprile 2012 - 980 letture

In questo articolo si parla di attualità, Pdl Jesi, Chiara Cercaci e piace a mariasas

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xS2





logoEV