Redditi dei consiglieri comunali: ecco i 'paperoni'. In molti dichiarano meno di 10.000 euro

2' di lettura 19/04/2012 - Pubblicato l'aggiornamento sulla situazione patrimoniale dei consiglieri comunali per il 2011 riferito al reddito imponibile per l'anno 2010. I dati sono consultabili da parte di tutti i cittadini presso l’Ufficio Attività Istituzionali del Comune.

Il primato spetta a Massimo Marcellini (Insieme per Senigallia), medico, con 124.522 euro. Seguono Luciano Quagliarini (PD) con 114.755 euro e Fabrizio Volpini (PD), assessore ai servizi alla persona, con 106.790 euro. Per il sindaco Maurizio Mangialardi ed il presidente del consiglio comunale Enzo Monachesi (IdV) i redditi riferiti sono rispettivamente di 44.821 euro e 21.823 euro.

In coda si collocano Paolo Battisti (Partecipazione) con 5.368 euro, Gabriele Girolimetti (PdL), uscito dal consiglio comunale, con 1.708 euro, Enrico Rimini (Ppe-PdL) e Dario Romano (Vivi Senigallia) senza reddito.

L'elenco completo: Lorenzo Magi Galluzzi (PD) 85.710 euro, Carlo Girolametti (Città Futura) 84.380 euro, Margherita Angeletti (PD) 82.423 euro, Stefano Schiavoni (PD), assessore alla cultura e pubblica istruzione, 68.232 euro, Luigi Cosmo Damiano Rebecchini (Rifondazione comunista) 41.997 euro, Fabrizio Marcantoni (Fli) 40.459 euro, Giulio Donatiello (PD) 40.377 euro, Adriano Brucchini (Vivi Senigallia) 37.833 euro, Francesca Michela Paci (Città Futura), assessore al bilancio, 37.360 euro, Maurizio Memè (Vivi Senigallia), vicesindaco e assessore ai lavori pubblici, 35.956 euro, Paola Curzi (PD), assessore alle attività economiche, 31.528 euro, Roberto Mancini (Partecipazione) 30.542 euro, Simone Ceresoni (Città Futura), assessore all'urbanistica, 30.264 euro, Simonetta Bucari (PD) 29.639 euro, Gennaro Campanile (PD), assessore alla città sostenibile, 28.589 euro.

E ancora, Alessandro Cicconi Massi (Ppe-PdL) 27.875 euro, Ilaria Ramazzotti (PD) 27.074 euro, Tiziano Pazzani (Lega), uscito dal consiglio, 26.554 euro, Mauro Gregorini (PD) 22.940 euro, Maurizio Salustri (PD) 22.356 euro, Simeone Sardella (PD) 21.445 euro, Roberto Paradisi (Coordinamento civico) 20.452 euro, Massimiliano Giacchella (PD) 17.940 euro, Oliviano Sartini (PD) 17.103 euro, Gabriele Cameruccio (Ppe-PdL) 15.860 euro, Mario Fiore (Vivi Senigallia) 14.757 euro, Alessandro Mazzarini (Ppe-PdL) 14.079 euro, Enrico Pergolesi (Città Futura) 12.801 euro, Vania Bucci (PD) 8.773 euro.






Questo è un articolo pubblicato il 19-04-2012 alle 18:32 sul giornale del 20 aprile 2012 - 7461 letture

In questo articolo si parla di attualità, consiglio comunale, francesca morici, dichiarazione dei redditi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/xZI


Solo Gossip.
Se tali signori vivessero esclusivamente di soldi pubblici (come i parlamentari) allora sarebbe fondamentale sapere i loro redditi. Ma siccome nel 95% sono lavoratori privati, la pubblicazione del reddito è solo gossip e chiacchiere da bar.

Forse i più giovani vivono ancora con i genitori (come sono costretti a fare molti).
Ma gli altri come fanno a campare guadagnando così poco?

Mi sembra che solo un consigliere dichiari meno di 10.000 euro. Motivo del vostro errore ?

I consiglieri "non sono uno" ma i seguenti: Vania Bucci 8.773 euro, Paolo Battisti 5.368 euro, Gabriele Girolimetti 1.708 euro, Enrico Rimini e Dario Romano senza reddito. Nell'articolo è ben indicato.
La redazione

Scusa 55727223, ma non vedo errori:
"In coda si collocano Paolo Battisti (Partecipazione) con 5.368 euro, Gabriele Girolimetti (PdL), con 1.708 euro, Enrico Rimini (Ppe-PdL) e Dario Romano (Vivi Senigallia) senza reddito" e poi sotto "Vania Bucci (PD) 8.773 euro".
Semplicemente non hanno riportato gli ultimi quattro della lista in fondo all'elenco, ma 5 consiglieri possono essere definiti "molti".
Sull'opportunita' o meno di queste pubblicazioni, tra legittima trasparenza e gossip da bar, si potrebbe discutere a lungo. Molto dipende sia da chi le pubblica e sia da chi le legge (e dall'uso che ne fa chi le legge).

Bravo Daigoro, è vero me ne sono sfuggiti qualcuno ma anche per me non sono "MOLTI"; quindi evitiamo di fare a loro pubblicità. Aggiungo che come detto da altri commentatori a noi cittadini interessa il reddito per l'attività pubblica che svolgono e non quella complessiva. In fondo ci interessa quella in maniera tale che possiamo verificare se si meritano, a nostro giudizio, quello che percepiscono. Tutto il resto è gossip che a me non interessa ma credo a nessuno se non ai curiosi.
Per cortesia, Giulia, se puoi correggi i redditi prendendo solo il reddito in base alla carica di tutti i componenti dell'amministrazione; credo che sia più interessante.

Ha ragione GiuliaCroce.
Non capisco cosa ci frega a noi di quanto guadagnano i consiglieri con il loro lavoro.
Quello che dobbiamo sapere è quanto guadagnano i consiglieri (o meglio ancora sindaco e assessori) per le loro funzioni.
Insomma, non è interessante sapere quanto guadagnano facendo il medico, l'avvocato, l'impiegato o l'agente immobiliare.
E' invece interessante sapere quanto prendono di denaro pubblico per svolgere le loro funzioni.

A me interessa.
Se in consigliere ad inizio mandato guadagnasse pochissimo e a fine mandato, magari dopo aver votato a favore di qualche lottizzazione, guadagnasse molto di più... beh, saprei chi non votare.

Per esperienza diretta dragodargento quando si fanno votazioni in consiglio e ci sono consiglieri che hanno a che fare con l`argomento devono lasciare l`aula al momento della votazione....poi ci sarebbe la magistratura che dovrebbe fare il suo lavoro. Non capisco poi perché i comuni hanno sempre lavorato come si deve (no pregiudicati o comunque devi essere pulito, pareggi di bilancio ecc..) mentre lo STATO CENTRALE ha sempre fatto il contrario eppure dovrebbero dare l`esempio ai comuni. Insisto per sapere credo il cud di ogni componente dell'amministrazione e non il 730. Grazie anticipatamente Giulia.




logoEV