x

Amministrative 2012: Tonelli (PdCI), Bacci avrebbe detto la stessa cosa se fossi stato avvocato?

Stefano Tonelli 1' di lettura 20/04/2012 - Leggo su una testata giornalistica che il candidato a sindaco Massimo Bacci, rivolgendosi a me senza nominarmi, ritiene una nota di demerito il fatto che un infermiere diriga i lavori pubblici.

A questo ri guardo esprimo due brevi considerazioni:
- Bacci mi avrebbe rivolto la stessa volgare affermazione se, invece di essere un infermiere, nella mia attività di lavoro quotidiana fossi stato un avvocato, un magistrato, un notaio, un commercialista, un professore universitario, un dirigente di banca ecc.? Anche queste professionalità che non hanno nulla a che fare con i lavori pubblici ma io sono sicuro che non avrebbe usato questa tesi.

- Un Assessore non ha il compito di dirigere e definire gli interventi tecnici, per questo esiste un Dirigente ed una serie di figure tecniche interne all’Ente. L’assessore deve dare gli indirizzi politici ai tecnici della struttura, che devono operare secondo la loro professionalità e le risorse economiche a disposizione per raggiungere gli obiettivi. Questo è un principio basilare della pubblica Amministrazione, sancito dalle Leggi dello Stato, e mi stupisce che un aspirante sindaco non sia adeguatamente preparato al riguardo.

Come ultima considerazione chiedo al Collegio Professionale degli Infermieri, al quale sono regolarmente iscritto in quanto professionista della salute, di intervenire pubblicamente a tutela del ruolo della professione infermieristica la quale, secondo il pensiero pubblicamente espresso da Bacci, non può partecipare alla vita democratica della collettività nel ruolo di direzione politica di un Ente locale.


   

da Stefano Tonelli
Assessore ai lavori pubblici





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-04-2012 alle 21:47 sul giornale del 21 aprile 2012 - 1625 letture

In questo articolo si parla di attualità, stefano tonelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve https://vivere.me/x5g