x

SEI IN > VIVERE JESI > ATTUALITA'
comunicato stampa

Il Comitato per il San Nicolo invita i cittadini a difendere il monumento più antico della città

2' di lettura
2635

da Gabriele Fava
Presidente del Comitato
per la valorizzazione di San Niccolò


Chiesa di San Niccolò

La chiesa di San Niccolò non solo è il monumento più antico di Jesi, documentato fin dal XII secolo, ma costituisce il riferimento che ha indirizzato l’addizione rinascimentale del centro storico della città. Purtroppo “l’abbraccio” con l’ex convento delle Giuseppine ne impedisce la fruizione totale, essendo preclusa la visione dell’abside.

Allo scopo di restituire l’edifico al suo antico splendore, per iniziativa di Italia Nostra si è costituito, un anno fa, un Comitato a cui hanno aderito cittadini comuni (sono state raccolte 700 firme), associazioni, circoli culturali. I contatti ripetuti con l’Amministrazione comunale (2 incontri con Sindaco e Assessori competenti, 2 incontri con la Commissione consiliare all’urbanistica, una mozione in Consiglio Comunale approvata alla unanimità), tendenti a intraprendere una trattativa con la proprietà privata dell’ex convento, non hanno dato alcun esito. Per di più, a poche ore dalla scadenza del suo mandato, la Giunta comunale ha dato il via libera al progetto della stessa proprietà che intende trasformare l’ex convento in un complesso di oltre 10 appartamenti per residenze permanenti. Se ciò dovesse diventare realtà, la valorizzazione di San Niccolò verrebbe resa per sempre impossibile. Non solo, ma, a giudizio unanime dei legali e degli urbanisti consultati dal Comitato, tale progetto non rispetta le norme vigenti relative alla città storica secondo le quali non è possibile realizzare nell’ex convento residenze permanenti, ma solo temporanee (ostello, casa protetta, studentato e simili). Si tratterebbe, ove il progetto attuale andasse a buon fine, di uno scempio e di un insulto alla città.

Si legge in un passo del parere legale di uno degli avvocati consultati dal Comitato: “…..D’altronde una opposta interpretazione finirebbe per rendere possibile la modifica ad uso residenziale in edifici monumentali e storici quali ad esempio il complesso in questione o addirittura in un edifico quale il Teatro Pergolesi o il Santuario delle Grazie, senza che ciò costituisca nemmeno variante al P.R.G.. Circostanza che appare aberrante oltre che insensata, proprio in ragione dei suddetti principi di salvaguardia e garanzia espressi dalle disposizioni esaminate proprio in favore e a tutela di tale tipologia di edifici”.

Allo scopo di rendere pubblico lo stato degli atti e di annunciare le iniziative giuridiche che il Comitato intende intraprendere per amore della Città e della legalità è indetto un incontro pubblico: “Difendiamo il monumento più antico della città” che avrà luogo Giovedì 26 aprile 2012 alle ore 17,00 presso la Sala del lampadario del Circolo Cittadino di Jesi.



... Chiesa di San Niccolò


Chiesa di San Niccolò

Questo è un comunicato stampa pubblicato il 23-04-2012 alle 16:00 sul giornale del 24 aprile 2012 - 2635 letture