Quantcast

Chiaravalle: Gobbi (Sinistra Arcobaleno), i giullari di corte

sinistra arcobaleno 2' di lettura 30/04/2012 - Prima una fuga dall’aula consiliare e poi il ritiro della mozione di sfiducia al Sindaco, è l’epilogo di sette mesi di agonia e baruffe all’interno della maggioranza che governa Chiaravalle. Alla fine il cambio di deleghe all’assessore, su cui gli otto consiglieri dissidenti hanno puntato il dito ci sarà, con l’attribuzione dei Servizi Sociali; e queste, secondo loro, sarebbero le deleghe meno onerose tanto auspicate?

Nel pieno vortice di una delle peggiori crisi della storia moderna, dove aumenta ogni giorno la disoccupazione, il problema di arrivare a fine mese che costringe sempre più famiglie a bussare alla porta dell’Ente locale per ottenere sussidi economici, l’assessorato ai Servizi Sociali assume un importanza strategica e fondamentale per la sopravvivenza della città.

Probabilmente, sull’argomento, la maggioranza ed i partiti che compongono la coalizione, hanno un opinione diversa; se per loro questa è considerata delega meno onerosa, diventa più comprensibile il perché, in questi anni si sono espressi in maniera compatta, votando sempre all’unanimità qualsiasi misura antisociale varata da questa Amministrazione, dagli aumenti delle tariffe dei servizi a domanda individuale (asilo nido, mense scolastiche, trasporti, ecc.), alla tassa sui rifiuti, cresciuta del 43% negli ultimi 3 anni, per arrivare poi all’ultimo bilancio approvato, vero atto di inciviltà sociale, con l’aumento dell’aliquota IMU sull’abitazione principale, l’incremento dell’addizionale IRPEF e la scellerata cancellazione delle agevolazioni ISEE per i soggetti a basso reddito, evitando al contrario e nel modo più assoluto, ogni ipotesi di risparmio derivante dalla riduzione degli assessorati, da noi più volte richiesta.

Alla fine, l’unica cosa ottenuta è stata una figuraccia dei consiglieri dissidenti e lo svilimento del Con-siglio comunale. Tanto di cappello, si fa per dire, va invece al Sindaco, che da sola ha praticamente umiliato e piegato, non solo i firmatari della mozione, ma anche le segreterie dei partiti di coalizione che hanno dovuto chinare il capo ed obbedire al Primo cittadino Sovrano, pur di salvaguardare le pro-prie poltrone in Giunta. Noi prendiamo comunque atto della situazione ribadendo il nostro ruolo di opposizione, nella speranza che si riprenda al più presto la discussione sui problemi veri.


da Lorenzo Gobbi
Consigliere comunale Chiaravalle
Sinistra Arcobaleno




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-04-2012 alle 20:49 sul giornale del 02 maggio 2012 - 1529 letture

In questo articolo si parla di attualità, sinistra arcobaleno, Lorenzo Gobbi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ytJ





logoEV
logoEV