Quantcast

Amministrative 2012: Cantarini (Idv), due idee per lo sport a Jesi

Lorenzo Cantarini 2' di lettura 03/05/2012 - Jesi per anni è stata considerata la città dello sport. Ma ad alcune eccellenze che ci contraddistinguono nel panorama italiano, europeo e mondiale, fanno da contraltare la carenza di strutture idonee a soddisfare i bisogni di chi vuole praticare sport a livello amatoriale.

Già 5 anni fa avevo presentato un progetto (incluso poi nel programma di mandato 2007-2012) in cui si chiedeva l’istituzione di una “Sport Card” per l’utilizzo di tutte le strutture sportive della nostra città.

Con la Sport Card, infatti, volevamo garantire la possibilità a tutti i cittadini di poter usufruire di tutte quelle strutture sportive che, pagate con le nostre tasse, in realtà molto spesso sono chiuse, costringendo gli jesini ad utilizzare strutture private a pagamento anche se non si pratica sport a livello agonistico (ove ci sono), o a prendere l’auto e trasferirsi in altre realtà limitrofe per praticare la disciplina preferita.

Al fine di attuare ciò vorrei creare 2 grandi poli sportivi, uno dislocato nell’area Palazzetto dello Sport, l’altro nell’area Campo Boario (e qui l’idea è quella di spostare il centro di raccolta di Jesiservizi in zona ZIPA) nella quale affiancare alle strutture già esistenti piste di pattinaggio, campi da tennis, campi da basket e giochi per l’infanzia usufruibili gratuitamente da tutti i cittadini.

Parlando di eccellenze jesine, una particolare citazione merita Fabio Lancioni, campione mondiale trota-torrente, medaglia d’oro a squadre e medaglia di bronzo individuale.

Ed appunto un caso da sviluppare poi con particolare attenzione è quello della pesca sportiva, che, dopo il calcio, è lo sport più praticato in città.

Realtà limitrofe come Moie di Maiolati, Ostra Vetere e Pianello Vallesina, solo per citarne alcuni, hanno messo a disposizione laghetti dove è possibile praticare questa disciplina.

A Jesi abbiamo un fiume, l’Esino, dove sarebbe possibile praticare la pesca sportiva con assoluta tranquillità, dove, qualora venissi eletto, farò in modo che venga individuato un tratto destinato a gare invernali di pesca alla trota.

L’afflusso di pescatori (siamo sull’ordine di quattrocento partecipanti a gara) darà un forte slancio anche al turismo nella nostra città, facendo conoscere la bellezza del nostro centro storico e attirando clienti nei nostri ristoranti e attività commerciali.


da Lorenzo Cantarini
Coordinatore Comunale Idv Jesi
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 03-05-2012 alle 22:04 sul giornale del 04 maggio 2012 - 1370 letture

In questo articolo si parla di attualità, Lorenzo Cantarini, idv jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/yA4





logoEV
logoEV