Quantcast

Amministrative 2012: l'appello al voto del Prc

rifondazione comunista prc 2' di lettura 04/05/2012 - Abbiamo vissuto quello che si direbbe una campagna elettorale soft, radicata sulle priorità del territorio. Purtroppo il paese non si ferma e il governo Monti nemmeno. Tra un mese arriverà la prima rata dell'Imu, una nuova tassa che non si traduce in servizi al cittadino ma serve per ridurre il debito.

A ridurre il debito pubblico serve anche il fiscal compact e la modifica dell'articolo 81. Questi due atti, voluti dall'Europa, producono un aumento indiretto delle tasse comunali e una chiusura dei rubinetti del credito verso gli enti locali. Le ultime dichiarazioni di De Magistris sono chiare “Il comune di Napoli non rispetterà il patto di stabilità”.

Ad un maggiore prelievo fiscale risponde un impoverimento delle famiglie italiane. Nel 2010 la metà dei pensionati ha ricevuto un importo netto inferiore a 1000 euro , mentre una quota del 14,4% non supera i 500 Euro (dati Istat-Inps). Sempre l’Istat ha fornito i dati sui salari: il rapporto tra il salario e l’inflazione e’ -2,1 % e la crescita è la più bassa dall’1983. Questo è il frutto di una politica economica neoliberista che ha mosso i primi passi con l'eliminazione della scala mobile, ha prodotto la politica dei redditi del 1993 e non ha combattuto l'evasione fiscale altissima oggi come allora.

In questi ultimi giorni si guarda alla Francia in attesa di un vento nuovo. Un cambio di passo nella politica economica europea sembra essere parte integrante del programma politico di Hollande. Il centro sinistra francese, però, non ha nulla a che vedere con il nostro: loro combattono il fiscal compact mentre Bersani vota il pareggio di bilancio in costituzione. Noi crediamo che anche le elezioni amministrative possano dare un contributo importante al cambiamento in atto. La nostra candidata ha dato messaggi forti in questa direzione:
< Per difendere i servizi ai cittadini siamo disposti a sforare il patto di stabilità >
< Fare cassa non significa svendere i beni comuni >
< Lotta agli sprechi, razionalizzazione della macchina comunale e lotta al'evasione fiscale >
< I cittadini hanno già pagato, il ruolo del Sindaco è anche quello di inviare un messaggio forte al governo nazionale >

Rifondazione ha scelto di non appoggiare coalizioni che sono parte integrante o complici dell'attuale governo Monti. Governeremo la città attraverso atti coerenti con la nostra visione politica.

Altro che antipolitica, oggi più che mai serve rifondazione, la buona politica.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2012 alle 12:06 sul giornale del 05 maggio 2012 - 613 letture

In questo articolo si parla di attualità, prc jesi, partito rifondazione comunista

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/yB5





logoEV
logoEV