Quantcast

Amministrative 2012: Sabbatini (Pri), politica, sostantivo femminile? Appello al voto per le donne

Pri - Partito Repubblicano Italiano 2' di lettura 04/05/2012 - Aboliamo la sottorappresentanza delle donne. Sono 32.869 i cittadini jesini elettori che il 6 e 7 maggio sono chiamati a rinnovare il Consiglio Comunale e a scegliere il Sindaco. Sono 17.316 le elettrici e 15.553 gli elettori, siamo maggioranza in potenza , dobbiamo avere nella nuova assemblea una rappresentanza più equilibrata.

Ciò è tanto più importante, perché sono le donne le più colpite dalla crisi economica, dalla precarietà e da un welfare inadeguato, e tuttavia, pur essendo considerate da tutte le statistiche le più preparate, sono ancora troppo lontane dal governo della cosa pubblica, ed è ancora troppo lontano questo sistema politico da un modello che riconosca il talento, i saperi e le capacità delle donne.

E’ questo il momento di dare un voto per fare entrare il maggior numero di donne nell’assemblea elettiva comunale e nel governo della città.

Dobbiamo aver presente che non basta dire che la politica è da riformare. Oggi dobbiamo dire anche “per cosa”.

Siamo fermamente convinte che il più straordinario fattore di innovazione sociale è dato dal ruolo pubblico delle donne. Significa assumere un nuovo pensiero in grado di cambiare nel profondo le strutture della politica e della cosa pubblica.

Facciamo nostro lo slogan del movimento “Se non ora quando?”: se non donne chi?

Le cose andranno meglio se nei partiti , in parlamento, nelle giunte e nelle assemblee elettive ci saranno più donne? Tutto da vedere, Ma varrebbe la pena provare.

Non pensiamo che la presenza femminile nella vita pubblica debba essere un valore assoluto, mettendo in secondo piano i contenuti della proposta politica.

Crediamo che la battaglia per il coinvolgimento e la presenza delle donne nella vita pubblica è un capitolo della più generale pretesa di un maggior riconoscimento del merito sia in politica che in economia.

La politica ci piace, l’antipolitica non ci appartiene, vogliamo essere protagoniste di un nuovo modo di far politica e di amministrare la nostra città, nel segno della discontinuità con l’Amministrazione uscente, ma in continuità con le idee ed i valori delle nostre radici : dalla Jesi repubblicana, alla Jesi delle giunte socialiste e comuniste.

Vogliamo sostenere una idea positiva di politica, assumendo responsabilità dirette insieme agli uomini nella ridefinizione di un quadro di regole e prassi che facciano vedere tutti i giorni che le cose possono essere diverse a partire dalla volontà di ascolto e di reale partecipazione dei cittadini alle politiche pubbliche e di genere.


da Paola Sabbatini
Partito Repubblicano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2012 alle 11:21 sul giornale del 05 maggio 2012 - 551 letture

In questo articolo si parla di attualità, Pri, Paola Sabbatini, Partito Repubblicano Italiano Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/yBY





logoEV
logoEV