Quantcast

Monte san Vito: Cillo (Pdl), un incontro pubblico per informare sull'IMU

Thomas Cillo 2' di lettura 04/05/2012 - Si è tenuta in data odierna la 1^ Commissione Consiliare Bilancio e Tributi, relativa alla proposta di regolamento Imu. Detta Commissione è stata convocata a seguito di una richiesta datata 23 Marzo dal capogruppo consiliare del Pdl Thomas Cillo.

Le informazioni emerse durante questo primo incontro (se ne terranno sicuramente altri poiché la normativa è in evoluzione) è che vige assoluta incertezza circa le aliquote e le modalità con cui questa tassa dovrà essere pagata.

Le uniche notizie certe sono che la prima rata dovrà essere pagata il 18 Giugno prossimo e che le aliquote sono quelle fissate e comunicate dal Governo centrale ovvero il 4 per mille sulla prima casa e il 7,6 per mille sulla seconda casa.

Successivamente, anche da quanto previsto dalla normativa stessa, a seguito del primo acconto il Governo potrà rivedere dette aliquote sulla base degli introiti effettivamente riscontrati e comunque entro Settembre, i Comuni avranno la possibilità di deliberare una loro proposta.

I Comuni infatti potranno deliberare una forbice del 2 per mille sulla prima casa (0,2% minimo, 0,6 % massimo consentito) mentre per la seconda casa la forbice è stata fissata con un +/- 3 per mille.

Le prime stime (molto provvisorie) in possesso del Comune di Monte San Vito prevedono un incasso derivante dall'IMU complessivo che ammonta a circa 665.000 €.

Ricordiamo che l'IMU va calcolato sulla rendita catastale, rivalutata del 5% e del 160% con una detrazione di 200 € sulla prima casa e di 50 € a figlio (fino a 26 anni di età) per un totale massimo di 400 €.

La proposta avanzata dal Pdl è stata quella di indire entro i primi giorni di Giugno una riunione pubblica, proposta peraltro già accolta dalla maggioranza, al fine di esplicare e dare maggiori informazioni alla cittadinanza sui tecnicismi derivanti dal pagamento della tassa.

Non solo infatti le prime e seconde case sono incluse nell'IMU ma anche i terreni agricoli, le pertinenze, gli studi, gli uffici ecc..

L'altra proposta avanzata è stata quella, al momento della deliberazione del regolamento, di non aggiungere maggiorazioni sull'aliquota minima prevista per la prima casa in una situazione già grave e di crisi per la nostra comunità.

Tale proposta è stata accolta anche dalle minoranze, Lista Insieme per Monte San Vito e Fli.

Restiamo in attesa di ulteriori commenti e proposte, dopo aver valutato attentamente la proposta derivante dall'Amministrazione.


da Thomas Cillo
Capogruppo Pdl di Monte San Vito





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 04-05-2012 alle 10:39 sul giornale del 05 maggio 2012 - 858 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san vito, pdl, thomas cillo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/yBR





logoEV
logoEV