Quantcast

Castelbellino: 63enne tenta di suicidarsi, salvato in extremis dai carabinieri

Auto carabinieri generica 1' di lettura 07/05/2012 - In bilico sul bordo di una balaustra, a 20 metri dal fiume Esino, un 63enne di Castelbellino intorno alle 13 di lunedì 7 maggio gridava di voler farla finita e per dissuadere l'uomo da tale intento, si è reso necessario l'intervento di una pattuglia della Radiomobile, composta dai carabinieri Luciano Fabbri e Antonio Carone, in servizio perlustrativo della zona.

I due carabinieri sono stati allertati da più telefonate al 112 di alcuni passanti che hanno notato la drammatica scena dell'uomo che, fuori di sè, aveva attraversato il guard rail posto sul viadotto che attraversa il fiume Esino, mantenendosi in precario equilibrio su una balaustra di pochi centimetri, urlando a squarciagola di volersi buttare.

I militari, dopo aver tentato inutilmente di tranquillizzare l'uomo e farlo desistere dai suoi intenti, si sono visti costretti a scavalcare il guard rail per raggiungere l'uomo uno da una parte, uno dall'altra e, dopo un rapido gioco di sguardi tra i due, sono piombati sull'uomo immobilizzando e riuscendo a trascinarlo, a fatica, oltre il guard rail.

Il sessantatrenne è stato trasportato in via precauzionale all'ospedale di Jesi, visto il suo forte stato di agitazione, dovuto, dai primi accertamenti eseguiti, a problemi di carattere familiare che lo hanno spinto al drammatico gesto, fortunatamente sventato dai due militari








Questo è un articolo pubblicato il 07-05-2012 alle 17:58 sul giornale del 08 maggio 2012 - 750 letture

In questo articolo si parla di cronaca, carabinieri, telefono amico, ilaria cofanelli e piace a ciampiketto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/yJq





logoEV
logoEV