Quantcast

Amministrative 2012: la dichiarazione post voto di Coppola (PPSD)

Partito popolare Sicurezza e Difesa 1' di lettura 08/05/2012 - Sicuramente la mia delusione è tanta ed è cocente perché mi aspettavo un risultato migliore ma va benissimo così, e ringrazio di cuore chi ha voluto accordarci la propria fiducia.

Poco tempo per far conoscere un nuovo soggetto politico tra tanta e variegata concorrenza, un palese disamore verso una politica fallimentare ed un forte astensionismo, (ha votato uno jesino su tre) hanno fatto sì che il Partito Popolare Sicurezza e Difesa, che pur rappresentava il nuovo contro un sistema politico obsoleto e giunto al capolinea, non riuscisse ad intercettare la fiducia delle persone scontente perché deluse da una classe dirigente che poco si cura delle esigenze della gente. I cittadini jesini hanno comunque fatto capire che sono pronti ad un cambiamento generazionale e lo dimostra il risultato scaturito dalle urne che prevede un ballottaggio per decidere chi amministrerà la città per i prossimi cinque anni. Ciò ci induce ad essere sereni e fiduciosi per il futuro politico della nostra formazione che come più volte ho avuto modo di dire in occasione della campagna elettorale non è una lista civica costituitasi ad hoc e quindi non è stata una meteora occasionale perché per Jesi e con i suoi cittadini, italiani e stranieri, intende lavorare anche nel corso degli anni a venire.


da Pasquale Coppola
Partito Popolare Sicurezza e DIfesa
 





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 08-05-2012 alle 15:59 sul giornale del 09 maggio 2012 - 932 letture

In questo articolo si parla di attualità, partito popolare sicurezza e difesa, Pasquale Coppola

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/yMg





logoEV
logoEV