Quantcast

Ballottaggio: sciolti i nodi. Gianangeli lascia libertà di voto, Giampaoletti si apparenta con Bacci

elezioni amministrative 2011 3' di lettura 12/05/2012 - Si sciolgono finalmente i nodi. La conferenza stampa convocata da Massimo Gianangeli del Movimento 5 Stelle scopre i giochi: libertà di voto per i grillini, apparentamento con Bacci per Marco Giampaoletti ed il suo Insieme Civico.

Gianangeli apre la conferenza stampa presso la sede di Corso Matteotti dichiarando che a Jesi è avvenuto un evento storico: “7 partiti sono spariti o quasi, spazzati via dall’onda d’urto dei cittadini e questo è un evento che nessuno può ignorare. Con noi, al di là del numero dei nostri consiglieri, sono entrati in consiglio comunale 40mila jesini. Quello che è successo a Jesi è un caso atipico in tutto lo scenario nazionale per la concomitanza di due varianti anomale che si sono venute a combinare. La prima è che al ballottaggio con una forza politica si trova una lista civica, dove per lista civica intendiamo un gruppo che ha il cuore e la testa in città e non a Roma; la seconda che con il nostro quasi 18% siamo comunque influenti e diventa difficile chiamarsi fuori qualsiasi sia la nostra scelta. La particolarità del caso jesino è stata così evidente che addirittura mi ha chiamato Beppe Grillo a cui ho chiesto aiuto per avere una valutazione della situazione. Determinante è stata la sua valutazione a vedere la situazione con un’ottica diversa, una lente con cui inquadriamo la situazione il ballottaggio rispetto al quale ci porremo come alterità rispetto ai due sfidanti. Il nostro comportamento dimostra la nostra voglia di costruire una politica diversa e questa linea è premiante agli occhi dell’elettorato. A livello nazionale un sondaggio dice che dopo il risultato elettorale addirittura il consenso intorno al Movimento 5 Stelle è cresciuto arrivando al 19-20%. Tante persone stanno tornando ad aver voglia di fare politica ed impegnarsi e questo è per noi un grande successo”.

Donatella Agostinelli parla di “scelta sofferta ma concorde all’interno del gruppo. Siamo sicuri di aver l’appoggio dei cittadini”. Maria Teresa Mancia dichiara: “Siamo nati liberi, la nostra mente e le nostre mani rimarranno tali. Sicuramente però i muri del Palazzo diventeranno trasparenti”.

Ancora Gianangeli per spiegare che il progetto del Movimento sulla città non si ferma ma anzi prosegue a pieno ritmo: “già giovedì in questa sede alle ore 21.15 abbiamo convocato una riunione con i cittadini per raccogliere adesioni al nostro lavoro che riprenderà. Le commissioni che in campagna elettorale avevano contribuito a elaborare il programma inizieranno a lavorare al servizio e supporto dei nostri consiglieri in modo che possano affrontare il loro ruolo con piena consapevolezza e con il supporto del movimento”.

Poco dopo giunge la notizia che anche Marco Giampaoletti ha sciolto le sue riserve in maniera completamente diversa: Insieme Civico si apparenterà con Bacci e lo sosterrà nell’ultima sfida contro Melappioni. “Abbiamo fatto tutta la campagna elettorale chiedendo discontinuità rispetto le vecchie amministrazioni che hanno governato in città. Non ci sembra corretto tirarsi indietro ora che l’opportunità del cambiamento si fa più concreta, quindi coerentemente con quanto detto e fatto finora decidiamo di appoggiare Bacci”, spiega Giampaoletti.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-05-2012 alle 19:44 sul giornale del 14 maggio 2012 - 2603 letture

In questo articolo si parla di attualità, paolo picci e piace a ciampiketto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/yYD





logoEV
logoEV