Quantcast

Ballottaggio: Cesaretti (Udc), senza chiarezza sull'esenzione IMU resta solo da annullare la scheda

Paolo Cesaretti 1' di lettura 15/05/2012 - Paolo Cesaretti comincia ad entrare nel concreto delle operazioni che dovrebbe fare un'amministrazione comunale. E' il solo modo per capire se uno dei due candidati è adatto o meno a governare Jesi.

"Il viceministro Grilli è stato chiaro sull'applicazione dell¹IMU sulla prima casa «i Comuni, nell'esercizio della loro potestà regolamentare, possono disporre incrementi della detrazione per abitazione principale (pari a 200 euro) fino a concorrenza dell'imposta dovuta, esentando nei fatti l'immobile da imposizione». Io mi sono già espresso a favore della totale esenzione perché l'imposta va a colpire il bene essenziale per permettere alla famiglia di vivere serenamente e potersi dedicare all'educazione delle generazioni future. Responsabilmente ho deciso che si poteva fare a meno di questo gettito perché avrei ricavato gli stessi o anche superiori importi dal recupero di efficienza della macchina amministrativa. Non dimentichiamoci che il dipendente del comune deve essere al servizio del cittadino e non mantenuto dal cittadino. I due candidati invece non si pronunciano. Spero di essere smentito ma ho paura che il vincitore non vede l'ora di apparecchiarsi intorno a questa tavola ben imbandita con i nostri soldi. Se Melappioni e Bacci non si eprimono chiaramente su questo tema l'unica alternativa che rimane è annullare la scheda elettorale".


da Paolo Cesaretti
candidato sindaco Udc Jesi





Questo è un articolo pubblicato il 15-05-2012 alle 15:43 sul giornale del 16 maggio 2012 - 1396 letture

In questo articolo si parla di attualità, udc jesi, paolo cesaretti

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/y5j





logoEV
logoEV