Quantcast

Ballottaggio: Melappioni, “balle e travestimenti, un nuovo metodo di governo?”

Augusto Melappioni 1' di lettura 16/05/2012 - Una campagna elettorale all’insegna dell’offesa personale gratuita e continua e delle bugie inventate di sana pianta. Questa è la strategia di Bacci e soci che, tra un travestimento da personaggi da fumetto, invenzioni poco creative e molto offensive e diffamatorie, domande fatte da lontano ma … senza il coraggio o la voglia di ascoltare le risposte, non hanno senso della misura né evidentemente programmi da opporre.

Oggi le ultime. La prima con un volantino che dire datato nelle argomentazioni è dire poco, ma con cui hanno imbrattato tutta la città, infischiandosene degli spazi elettorali altrui, della pulizia delle strade e del decoro; la seconda con la panzana colossale che Augusto Melappioni avrebbe promesso addirittura una … moschea. A chi non si sa.
Aggressività, nessun rispetto per l’avversario, falsità e travestimenti: di civico (e di civile), come amano definirsi, c’è ben poco … di destra arrembante invece molto; di destra che è sempre “contro”, che ha sempre bisogno di un nemico per la pochezza delle proprie idee.

Amministrare una città è una cosa seria, la democrazia è una cosa seria. Occorrono dialogo rispetto e confronto: la diversità di idee è una ricchezza.

Non basta un’accozzaglia di sigle, nate solo per provare a scalare il potere, per proporsi al governo di Jesi. I cittadini sanno sempre e comunque scegliere.


da Augusto Melappioni
Candidato Sindaco coalizione di centtrosinistra





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 16-05-2012 alle 22:53 sul giornale del 17 maggio 2012 - 1938 letture

In questo articolo si parla di attualità, Augusto Melappioni

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/y0o





logoEV
logoEV