Quantcast

Ballottaggio: Piersantelli (P.R.I.), “Il cambiamento è fatto di argomenti e non di fantasia”

Lorenzo Piersantelli 4' di lettura 17/05/2012 - Il ballottaggio è ormai imminente e la propaganda politica è alle stelle. Fin qui niente di strano, ma c'è un aspetto piuttosto inquietante di questi ultimi giorni di campagna elettorale: si sentono le tesi più strampalate, oltre che più false, talmente false che c'è il fondato sospetto che alcuni dei sostenitori dell'avversario di Augusto Melappioni siano vittima di allucinazioni collettive.

Oltre ad una tanto accurata quanto fantasiosa e strumentale campagna basata su volantini che,oltre a sporcare il suolo pubblico visto che sono stati gettati a terra ed a violare gli spazi elettorali concessi, inneggiano a parole di Fassino che attribuisce a Melappioni l'appartenenza alla destra, cosa poi smentita da chi attribuì quella frase a Fassino già cinque anni fa, ieri girava voce della presunta promessa di Augusto Melappioni di costruire quanto prima una moschea: notizia del tutto falsa. Non vale poi la pena di soffermarsi più di tanto sull'attribuzione ad Augusto Melappioni di un'ideologia di fondo che apprezzerebbe l'oppressione che visto subire il popolo romeno con una strampalata teoria che attribuirebbe alle Case del Popolo italiane la stessa funzione di quelle della Romania durante l'atroce dittatura di Nicolae Ceausescu, teoria talmente strampalata che perfino dei romeni cittadini jesini hanno smentito.

Non mi stupirei se tra poco dovesse saltar fuori la notizia che Augusto Melappioni avrebbe in programma di spendere milioni di euro per far girare a Jesi una puntata di "Walker Texas Ranger", così i cittadini potranno vedere dal vivo le gesta di Chuck Norris: tutto va bene purché si creino false notizie. Ma ci tengo a precisare che la mia era ironia, non vorrei che gli avversari pubblicassero volantini che ritraggono Chuck Norris!

In compenso però non si fa riferimento a ciò che viene detto e promesso davvero pubblicamente, cosa che vale molto di più di calunnie,offese personali e dichiarazioni false. Come mai non menzionano il fatto che Augusto Melappioni ha preso l'impegno di fare il sindaco a tempo pieno senza volere alcun compenso? Come mai nessuno di loro ribatte alla proposta di Augusto Melappioni di fare in modo che tutti i consigli comunali siano aperti ai cittadini e addirittura in mezzo ai cittadini? Come mai nessuno di loro fa riferimento al programma quadro della coalizione che sostiene Augusto Melappioni in cui si parla di pianificare e riorganizzare la macchina comunale per tagliare finalmente gli sprechi ed iniziare un percorso di totale discontinuità con la giunta uscente? Parlano i fatti: la stragrande maggioranza dei consiglieri comunali eletti sono volti nuovi, questa è già la prima dimostrazione di rinnovamento.

Ma per fortuna l'elettorato non si fa abbindolare né strumentalizzare da queste corbellerie e già al primo turno Augusto Melappioni ha preso quasi il doppio dei voti del suo avversario. Evidentemente avere argomenti e motivazioni ben solide è ciò di cui la città e quindi i cittadini hanno bisogno.

Per non parlare poi della chiarezza: la coalizione di centrosinistra che sostiene Augusto Melappioni non ha motivo di nascondersi dietro liste civiche create ad hoc dopo che i partiti ed i movimenti in cui militavano molti candidati a sostegno del Dott. Bacci sono stati travolti da scandali gravissimi che hanno portato ad una disfatta in tutte le amministrative del territorio nazionale. Ex militanti di AN, FLI, qualche ex simpatizzante di Forza Nuova e qualche politico della vecchia giunta ed altri definiti inadeguati dai partiti da cui provengono parlano di rinnovamento (ometto di parlare degli incarichi del Dott. Bacci durante il mandato di Belcecchi) e definiscono i membri della coalizione di centro-sinistra semplici schiavi di partiti, dimenticandosi e rinnegando il loro passato politico e soprattutto dimenticandosi che i partiti,soprattutto a livello locale,sono fatti di persone, in questo caso di persone quasi tutte nuove che hanno portato il vero rinnovamento. Eh sì, a volte l'amnesia è la migliore medicina.

Purtroppo per i membri di queste liste civiche però,arriva anche la matematica a smentirli: se sommiamo i voti del Dott. Bacci e del candidato sindaco del PDL Avvocato Marcozzi, otteniamo circa un 27% di preferenze,cioè la stessa identica percentuale della somma dei voti dell'ex candidato sindaco di Alleanza Nazionale di cinque anni fa Avv. Daniele Massaccesi e dell'allora candidata di Forza Italia Celeste Pennoni.

Ma nonostante tutto reputo il Dott. Bacci una persona meritevole di rispetto e mi dispiace davvero vedere come certi suoi sostenitori gli stiano facendo fare una figuraccia che non merita, sostenitori che però andrebbero a comporre il prossimo consiglio comunale e la prossima giunta in caso di sua vittoria. Meglio evitare certe demagogie ed affidarsi ad un politico di razza, Augusto Melappioni, ed alla sua squadra, cioè a persone assetate davvero di rinnovamento pratico e non propagandistico.


da Lorenzo Piersantelli
candidato del Partito Repubblicano Italiano





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 17-05-2012 alle 09:27 sul giornale del 18 maggio 2012 - 1621 letture

In questo articolo si parla di attualità, Partito Repubblicano Italiano Jesi, Lorenzo Piersantelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/y0P





logoEV
logoEV