Quantcast

Cocola (Idv): finita la campagna elettorale, tutti in… servizio!

Paola Cocola 2' di lettura 22/05/2012 - L’elezione a sindaco di Jesi del Dr. Massimo Bacci ha scritto la parola fine su una campagna elettorale lunga, sofferta, per molti aspetti insolita. Tra questi, l’alta partecipazione dei giovani, l’affermazione di numerose liste civiche, l’ampio spazio offerto ai cittadini di altre nazionalità. E soprattutto, il frequente appello all’uso di una chiave insolita: il servizio alla città.

Tutti i membri dei partiti e delle liste civiche hanno ripetuto queste parole all’unisono, trovandosi su questo punto incredibilmente d’accordo.

Tutti i membri dei partiti e delle liste civiche, vincitori o non vincitori, hanno oggi il dovere e l’obbligo di farne ancora ricorso perché è l’unica chiave che apre e traduce davvero un futuro di speranza in concretezza.

Proprio ieri mi raccontava una signora che era andata a servizio dai conti Ghislieri ancora giovinetta. “Non voglio fare la serva” – aveva detto alla contessa.

E la signora, guardandola con dolcezza, l’aveva incoraggiata a leggere nella parola “servire” un significato alto, importante, diverso da quello più banalmente conosciuto.
“Servire vuol dire fare qualcosa di cui l’altro non è capace, vuol dire essere utile, risultare indispensabile proprio perché si sa fare di più. Quindi è qualcosa di grande, di alto che ti si chiede…” così aveva risposto la contessa alla giovinetta. E questa aveva accettato, rassicurata del fatto che non avrebbe perso dignità.

Così le parole “vincere”, “perdere”, “espugnare” (!)… nell’ottica del servizio promesso da tutti alla città, non hanno proprio senso. La città non è un trofeo che si vince, si perde, o addirittura si espugna in pieno 2000… La città non appartiene a nessuno, pur essendo di tutti. La città è qualcosa che resta anche quando noi, vincitori e vinti, non ci saremo più. È il domani, è il futuro…

E tutti dobbiamo sentire l’obbligo e il dovere di servirla, vincitori e vinti, perché solo attraverso l’amore che sapremo darle qualcosa di noi in lei vivrà in eterno.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 22-05-2012 alle 23:09 sul giornale del 23 maggio 2012 - 1100 letture

In questo articolo si parla di attualità, idv jesi, Paola Cocola

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/zpB