Quantcast

Monte San Vito: Cillo (Pdl), il bilancio non è sostenibile, occorre definire la casa protetta come priorità

Thomas Cillo 3' di lettura 24/05/2012 - In questi giorni, su iniziativa del Sindaco, presso la sede del Municipio, sono stati invitati i familiari degli ospiti ed il personale operante nella residenza Protetta “E. Medi”, per fare il punto della situazione anche a seguito delle notizie recentemente circolate.

Tale riunione è stata convocata a seguito di una interrogazione e di un articolo apparso sulla stampa locale, ad iniziativa del capogruppo Pdl Thomas Cillo che, sollecitato da numerosi cittadini, chiedeva ragguagli sulla Residenza Protetta.

La Residenza Protetta necessita, infatti, di un intervento di messa in sicurezza sismica, per un ammontare di 500.000 €, somma che il Comune aveva deciso di finanziare con 100.000 € di fondi propri e i restanti 400.000 € attraverso un contributo regionale.

La messa a norma è necessaria per l'accreditamento della struttura così come previsto dalla Legge regionale 20/02 che fissa i termini entro il 30/11/2012.

Durante il consiglio comunale, il Sindaco rispondendo all'interrogazione presentata da Cillo, ha riferito che il contributo di cui sopra non verrà erogato dalla Regione e, quindi, si resta in attesa di conoscere le modalità del cofinanziamento rispetto ai 100.000 € messi a disposizione della Amministrazione.

Nella riunione con i familiari e il personale, il Sindaco ha confermato l'importanza della Residenza Protetta e indicato la necessità che tale servizio sia confermato nel tempo.

E' stato detto, inoltre, che verrà richiesta una proroga ai termini di legge e che, nel frattempo, si cercheranno soluzioni alternative per sistemare lo stabile ricorrendo, se necessario, alle sole risorse del bilancio comunale.

Alla luce di ciò pur condividendo le intenzioni dell’Amministrazione, rimangono dubbi sulla modalità della comunicazione (tardiva, carente e tutt’altro che convincente) e perplessità per la fragilità del progetto (pur garantendo la continuità del servizio, si rimanda a future decisioni per la acquisizione delle risorse).

All’Amministrazione non piace che un Consigliere svolga la sua attività di controllo mettendo a nudo incertezze, ritardi ed errori. Su questo e sulla volontà di continuare a comunicare con la gente, l’Amministrazione deve farsene una ragione.

In particolare, l’informazione tempestivamente resa dal Gruppo Consiliare del PDL sulla questione della residenza Protetta, é risultata corretta e trasparente, così come confermato da molti familiari intervenuti alla riunione.

Per quanto concerne l’azione programmatoria dell’Amministrazione segnaliamo che, a fronte di dichiarate scarse disponibilità di bilancio, al momento risultano confermate le intenzioni (fonte Piano delle Opere Pubbliche annualità 2012) in direzione del campo sportivo con manto in sintetico (400.000 €), per la Residenza Protetta (500.000 €), per l’ampliamento del plesso scolastico del capoluogo (1.500.000 €), del parcheggio a servizio del centro storico (500.000 €), della realizzazione di un impianto fotovoltaico sul magazzino comunale (430.000 €), della messa in sicurezza della Scuola Elementare di Borghetto e della palestra comunale (250.000 + 210.000 €) e l'ampliamento del civico cimitero (1.300.000 €).

E' evidente che il nostro bilancio non è in grado di sostenere le risorse per realizzare tutto pertanto a nostro avviso, il quadro delle priorità andrebbe modificato al fine di rendere più attuabile e rispondente a verità un piano delle opere pubbliche che ad oggi sembra ricco di promesse ma sterile nei fatti, dando risposte alle emergenze e concentrando gli sforzi sulla Scuola poiché detta opera, impiegherà molte risorse anche in futuro.


da Thomas Cillo
Capogruppo Pdl di Monte San Vito





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 24-05-2012 alle 12:29 sul giornale del 25 maggio 2012 - 670 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san vito, pdl, thomas cillo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/ztM





logoEV
logoEV