contatori statistiche

Iniziate le prove dell’opera di Bellini “I Puritani” che il 5 ottobre inaugura la 45esima Stagione Lirica di Tradizione

Incontro del regista con direttore ed attori 3' di lettura 20/09/2012 - Intense giornata di lavoro al Teatro Pergolesi di Jesi in occasione dell’avvio delle prove de “I Puritani” di Vincenzo Bellini, l’opera che inaugurerà il il 5 ottobre il cartellone della 45esima Stagione Lirica di Tradizione, (anteprima giovani il 3 ottobre, replica il 7 ottobre).

Macchinisti, elettricisti, attrezzisti al lavoro in palcoscenico per allestire delle scene dei “Puritani”, costruite nell’ambito di una coproduzione tra Fondazione Pergolesi Spontini e Teatri del Circuito Lirico Lombardo, già “collaudata” con grande successo alcuni mesi fa a Cremona, Como, Brescia e Pavia.

Scenografi e decoratori al lavoro nel Laboratorio Scenografico della Fondazione, nella zona industriale di Jesi, per la ricostruzione delle scene delle opere “Macbeth” e “Lucia di Lammermoor” negli storici allestimenti firmati da Josef Svoboda, il grande scenografo ceco cui è dedicata la stagione lirica jesina.

Al lavoro da lunedì 17 settembre anche la compagnia di canto dei “Puritani”, composta da da Maria Aleida (Elvira), Yijie Shi (Lord Arturo), Julian Kim (Sir Riccardo Forth), Elide De Matteis Larivera (Enrichetta di Francia), Luca Tittoto (Sir Giorgio), Luciano Leoni (Lord Gualtiero Valton), Dario Di Vietri (Sir Bruno Robertson), che soggiornerà a Jesi fino al 7 ottobre e sarà impegnata in un serrato programma di prove sotto la guida del direttore d’orchestra Giacomo Sagripanti e del regista Carmelo Rifici. A breve, nelle prove al Teatro Pergolesi, saranno impegnati anche i coristi del Coro Lirico Marchigiano guidati da Pasquale Veleno, ed i musicisti della Form-Orchestra Filarmonica Marchigiana.

Tra le tante maetranze impegnate in quella grande macchina produttiva che è l’allestimento dell’opera lirica, sono anche sei giovani jesini che sono stati selezionati come figuranti per l’opera di Bellini: sei ragazzi che per la prima volta potranno vivere la magia del palcoscenico, vestendo i panni di due soldati e di ‘doppi’ dei quattro protagonisti Elvira, Arturo, Riccardo ed Enrichetta, di cui renderanno evidenti le passioni e le follie sotterranee sullo storico fondale della guerra tra i Puritani e gli Stuart.

“I Puritani” di Vincenzo Bellini torna sul palcoscenico del Teatro Pergolesi dopo 161 anni: vi fu rappresentata per la prima e unica volta nella stagione d’opera del 1851. L’opera verrà proposta in tre recite: una anteprima riservata ai giovani e agli studenti del progetto di formazione “Ragazzi all’opera”, mercoledì 3 ottobre alle ore 16, la ‘prima’ di venerdì 5 ottobre alle ore 21, ed infine domenica 7 ottobre alle ore 16. Inizialmente le recite dovevano essere quattro, ma una di queste è venuta meno conformemente alle decisioni del consiglio di amministrazione di operare tutte le azioni utili al pareggio di bilancio 2012 della Fondazione, in un anno reso particolarmente difficile dal taglio di finanziamenti da parte di alcuni soci fondatori pubblici premuti dalla crisi economica. Questa misura, assieme ad alcuni cambiamenti del programma del XII Festival Pergolesi Spontini appena concluso con successo, consentirà di ridurre quell’importante sbilancio prospettato nei mesi scorsi dalla Fondazione ai Sindaci della Vallesina, poi discusso in consiglio di amministrazione che ha dato mandato all’amministratore delegato di operare le azioni di riequilibrio di bilancio utili a non far pesare sulla collettività l’attività del Teatro Pergolesi in un anno di chiara recessione economica.

Informazioni: Fondazione Pergolesi Spontini tel. 0731.202944 www.fondazionepergolesispontini.com

Biglietteria Teatro Pergolesi tel. 0731-206888








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 20-09-2012 alle 10:30 sul giornale del 21 settembre 2012 - 1446 letture

In questo articolo si parla di teatro, jesi, spettacoli, fondazione pergolesi spontini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/D2V