contatori statistiche

Monte San Vito: Cillo (Pdl), IMU, ancora una volta i cittadini pagano i maggiori costi imposti dall'Amministrazione

3' di lettura 26/09/2012 - Determinate le aliquote Imu da parte dell'Amministrazione Comunale di Monte San Vito: Prima casa: 4 per mille (rimane invariata); Terreni Agricoli: 6,6 per mille (viene ridotta dell'1 per mille rispetto all'aliquota base); Seconda casa: 10,2 per mille (viene aumentata del 2,6 per mille rispetto all'aliquota base); Restanti casistiche 7,6 per mille (rimane invariato).

Dopo aver valutato la proposta della maggioranza, abbiamo inoltrato in sede di commissione due emendamenti per applicare una diversificazione ulteriore delle aliquote previste, in un'ottica costruttiva di equità per i contribuenti.

Il primo emendamento presentato è riferito ad una diversificazione dell'aliquota per le seconde case sfitte. Tale proposta, deriva dalla volontà di aumentare l'aliquota per quegli immobili sfitti spingendo a recuperare e valorizzare l'esistente (filosofia da noi sempre sostenuta) evitando così di far cadere gli immobili in uno stato di abbandono e di depauperare i centri abitati.

La seconda proposta, è stata quella di ridurre l'aliquota sui fabbricati destinati ad uso produttivo (aziende e fabbriche) al fine di sostenere concretamente, così come è stato fatto con l'agricoltura, un settore in crisi che necessita di tutti gli sforzi per poter riprendere a regime la sua attività.

Purtroppo, essendo venuti a conoscenza solamente 4 giorni (!) prima degli indirizzi Imu da parte dell'Amministrazione, non è stato possibile l'inserimento di queste casistiche all'interno del regolamento e pertanto, le nostre proposte non sono state accolte.

In merito alla proposta Imu dell'Amministrazione Sartini ci sono cose che condividiamo e altre che condividiamo di meno.

Anzitutto, bene il mantenimento dell'aliquota base sulla prima casa che, essendo bene primario e interessante la gran parte della popolazione, doveva rimanere intatta così come abbiamo sempre richiesto in tutte le Sedi.

Bene anche la riduzione per quanto riguarda l'aliquota sui terreni agricoli, che intende dare un segnale ad un settore in crisi che va appunto concretamente sostenuto.

Quello che invece non ci piace assolutamente è l'aumento così corposo dell'aliquota sulle seconde case.

L'aumento del 2,6 per mille per le seconde case e la riduzione per i terreni agricoli porterà un extra gettito alle casse comunali di 149.000 €.

Se, l'Amministrazione Comunale rinunciasse all'aumento relativo alle indennità del Sindaco e della Giunta e se adottasse un Segretario convenzionato con un altro Comune, avremo un risparmio immediato di circa 80.000 €.

Sulla base dei dati forniti dall'Amministrazione, che prevedono anche i tagli che la Spending review ha imposto per il nostro Comune per l'anno in corso (- 36.500 €) , l'incremento dell'Imu sulla seconda casa sarebbe così stato di circa l'1,5 per mille (9,1) a fronte del 10,2 per mille con relativo risparmio per le famiglie interessate.

In alternativa, se si fosse ritenuto di adottare comunque questi aumenti, una proposta altrettanto sensata era quella di destinare il maggior gettito per diminuire l'aliquota sulla prima casa.

Ancora una volta, ci troviamo costretti a constatare che a pagare i maggiori costi imposti da questa Amministrazione relativamente all'aumento delle indennità di Sindaco, Giunta (che ribadiamo essere inopportuna) e della scelta politica di un Segretario unico anziché convenzionato con un altro Comune, sono sempre e comunque i cittadini.

Sarebbe più oppurtuno, effettuare prima una razionalizzazione interna dei costi e della spesa da sostenere, al fine di reperire risorse, anziché rivolgersi ai cittadini, chiedendo nuovi aumenti.


da Thomas Cillo
Capogruppo Pdl di Monte San Vito





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 26-09-2012 alle 17:34 sul giornale del 27 settembre 2012 - 1738 letture

In questo articolo si parla di attualità, monte san vito, pdl, thomas cillo

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/EgQ





logoEV
logoEV