Corinaldo: Rise Up, i Giovani Democratici aderiscono alla campagna contro il Fiscal impact

Giovani Democratici 2' di lettura 19/10/2012 - Noi, Giovani Democratici di Corinaldo siamo da sempre attenti alle problematiche relative all’equa distribuzione della pressione fiscale, al risparmio energetico e alla complessa tematica dell’ingresso e della vita nel mondo del lavoro, in particolar modo dei giovani.

Per queste ragioni aderiamo con entusiasmo alla campagna europea Rise up! promossa dai Giovani Socialisti Europei contro il Fiscal impact. Se vorrete combattere con noi per il nostro e vostro futuro, potete trovarci Sabato 20 Ottobre a Corinaldo dalle 15 e 30 alle 18 e 30, in piazza della fontana lungo il Viale degli eroi.

Nel nostro banchetto potete apporre la vostra firma per la proposta di legge che avrà i seguenti fini:
1) Introdurre una patrimoniale al fine di aumentare gli introiti degli stati, assicurando la copertura alle spese di Welfare e sistema educativo, mettendo fine ad un'iniqua pressione fiscale attraverso una aliquota fiscale alta sulle rendite e una pressione minima sulle imprese a livello europeo.
2) Combattere i paradisi fiscali per porre fine all'evasione fiscale.
3) Disarmare la bomba ad orologeria della disoccupazione giovanile inserendo una "garanzia" per i giovani europei al di sotto dei 24 anni. Vietare il precariato e abolire stage e praticantati gratuiti e sottopagati.
4) Promuovere il lavoro e migliorare la sua qualità, riducendo l'orario d'impiego.

5) Effettuare nei prossimi 5 anni investimenti massicci per il risparmio energetico e le energie rinnovabili, al fine di creare milioni di nuovi posti di lavoro nel cammino verso l’economia verde.
6) Proteggere i lavoratori europei attraverso l'introduzione di un salario minimo europeo e di misure obbligatorie volte a un pari trattamento economico tra uomini e donne.
7) Assicurare la piena indipendenza degli Stati dalla finanza globale, dando alla Banca Centrale Europea il potere di concedere prestiti direttamente invece di consentire l'inutile arricchimento delle banche private a scapito dei popoli.
8) Introduzione di una tassa dello 0,1% per le transazioni finanziare, in modo da rinchiudere la finanza internazionale e alzare il bilancio europeo per combattere la disoccupazione con una politica interna.
9) Rendere l'UE più democratica mettendo sullo stesso piano il Parlamento Europeo, unica istituzione eletta direttamente dai popoli europei, e gli Stati.

Vieni a firmare e fai sentire la tua voce insieme alla nostra! Rise Up for a Europe of Jobs, democracy and Ecology!






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 19-10-2012 alle 18:19 sul giornale del 20 ottobre 2012 - 1395 letture

In questo articolo si parla di politica, giovani democratici

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.biz/E0C





logoEV