Quantcast

Chiaravalle: ritardi pagamenti stipendi alle addette alle mense e ai pullmini

Scuolabus grande 2' di lettura 10/12/2012 - Ogni giorno leggiamo di “appelli a costruire patti di rinnovamento con sguardi al futuro” per il miglioramento delle condizioni di vita dei cittadini; di neonate e a volte anonime Liste Civiche che si propongono e mettono al centro del loro programma futuro “l’interesse del cittadino”; ci sono quelli che si sentono, dopo anni di accondiscendenza al potere, “liberi di pensare”, naturalmente è superfluo  sottolineare che lo fanno sempre nell’interesse del cittadino.

Poi ci sono gli ex Consiglieri Comunali, di maggioranza e di opposizione, gli uni impegnati dalle primarie partitiche, naturalmente per dare un futuro roseo ai cittadini, gli altri impegnati in incontri segreti per future utopistiche alleanze, naturalmente, va da sé, tutto fatto per dare un futuro migliore ai cittadini!

C’è, insomma a leggere quotidianamente on-line e altri quotidiani cartacei, un grandissimo fermento ed un appassionante interesse politico, oltre che partitico, nei confronti e a favore del cittadino di Chiaravalle, in vista della prossima scadenza elettorale!

Parole, scritti, conferenze, incontri, tutto e tutti dichiarano di concorrere per il benessere ed un futuro roseo dei cittadini.

Pare di sentirli, quando con le loro argomentazioni, condivisibili o meno, espongono i loro programmi, i loro progetti per un futuro migliore a favore del cittadino!

Già, il futuro. Ma il presente?

Al presente, queste liste civiche, questi partiti, questi signori che firmano appelli in favore ora dell’uno ora dell’altro candidato, al presente ci pensano? O sono talmente presi dal futuro che il presente gli sta sfuggendo?

Il presente dice che ci sono una quindicina di lavoratrici e lavoratori, dipendenti di una ditta appaltatrice del Comune di Chiaravalle, impegnati tutti i giorni in alcune strutture comunali (mense, pullmini) che con dedizione e con senso di responsabilità, svolgono il loro delicato compito, e che nonostante il Comune paghi regolarmente la ditta, non percepiscono lo stipendio dal mese di Ottobre 2012?

Oggi siamo al 10 Dicembre e l’ultimo stipendio ricevuto è riferito a Settembre 2012.

Vi pare una cosa normale? Dove sono coloro i quali ad ogni piè sospinto dicono di difendere i lavoratori? Forse impegnati troppo a pensare al benessere futuro, si sono fatti sfuggire la dura realtà quotidiana?

E l’Amministrazione Comunale, perché non interviene a difesa di questi lavoratori? Un Ente Pubblico, ha l’obbligo e il dovere di accertarsi che la ditta appaltatrice espleti i suoi doveri e tra i primi accertamenti dovrebbe esserci la verifica del versamento della retribuzione mensile dei dipendenti! E’ veramente inconcepibile che una ditta riceva dal Comune il pagamento regolare delle fatture e tardi a retribuire i propri dipendenti. E nessuno si scandalizza! Nessuno fa niente.

Mi auguro che dopo questa nostra nota, qualcuno si muova in modo da risolvere la questione ed evitare i prolungamenti di ulteriori disagi a queste lavoratrici e lavoratori.


da Andrea D’Ascanio
Ex Consigliere Comune di Chiaravalle





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 10-12-2012 alle 20:07 sul giornale del 11 dicembre 2012 - 944 letture

In questo articolo si parla di scuola, attualità, chiaravalle, Andrea D’Ascanio e piace a andasca

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/G6S





logoEV
logoEV