Quantcast

Iniziativa del Rotary Club di Jesi a sostegno degli alunni con disturbi specifici dell’apprendimento

Rotary Club di Jesi a sostegno degli alunni con disturbi specifici dell’apprendimento 2' di lettura 12/12/2012 - Si è svolta ieri sera presso l’aula magna della scuola media G. Leopardi di Jesi la cerimonia di consegna di strumenti e sussidi didattici acquisiti dal Rotary Club di Jesi a vantaggio degli alunni dell’Istituto Comprensivo Carlo Urbani che presentano difficoltà riconducibili a DSA – Disturbi Specifici di Apprendimento.

L’iniziativa, fortemente voluta dal presidente del Rotary locale 2012-2013 Gabrio Filonzi e dal suo Direttivo, si inserisce in un nutrito programma di attività in ambito sociale che il Club jesino si appresta a portare avanti nel corrente anno rotariano, con un occhio particolare alle nuove generazioni. Presenti alla cerimonia, oltre alla Dirigente scolastica Rosa Meloni, il Governatore del Distretto Rotary 2090 Mauro Bignami e l’assessore alla cultura del Comune di Jesi Luca Butini, unitamente ad alcuni membri del Consiglio Direttivo del locale Rotary Club. Alla serata ha preso parte un gruppo di docenti che costituiscono un team interno all’Istituto il quale si occupa in maniera specifica della problematica. I Disturbi Specifici di Apprendimento - meglio noti come dislessia, discalculia, disortografia e disgrafia – interessano uno specifico dominio di abilità in modo circoscritto ma significativo. Come sottolineato dalla Dirigente Meloni, attualmente rappresentano un problema ad alta incidenza nella popolazione scolastica (circa un 5%) ed originano frequentemente casi di disagio e successivo abbandono scolastico. “Il Rotary Club di Jesi – ha affermato Gabrio Filonzi – che ha a cuore la formazione dei giovani e dei giovanissimi del nostro territorio, ha deciso di dotare il Comprensivo Carlo Urbani di una serie di strumenti atti sia ad una precoce identificazione di eventuali difficoltà, sia all’effettuazione di interventi mirati nei confronti del singolo alunno”. Grazie alla dotazione fornita dal Rotary Club di Jesi, l’Istituto Comprensivo Carlo Urbani avrà così a disposizione mezzi didattici ad altissima tecnologia, comprendenti testi ad alta leggibilità, audiovisivi e supporti informatici, che permetteranno di ottimizzare l’offerta formativa e creare al tempo stesso un ambiente favorevole agli apprendimenti, riuscendo a garantire agli alunni che presentano tali difficoltà un uguale successo formativo.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 12-12-2012 alle 17:39 sul giornale del 13 dicembre 2012 - 2219 letture

In questo articolo si parla di attualità, rotary club, jesi, rotary club Jesi

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Hb2