Quantcast

Filottrano: il Chirurgo per le visite specialistiche non c'è, la paziente si sente male

FP Cgil 2' di lettura 13/12/2012 - Il 13 dicembre 2012, presso il poliambulatorio di Filottrano, doveva essere svolta l'attività sanitaria Ambulatoriale di Chirurgia, prevista ogni 30 giorni – precisamente ogni secondo giovedì del mese, con orario delle attività dalle ore 8:30 alle ore 10:30 – garantita dalla dotazione organica medica dell'Unità Operativa di Chirurgia dell'Ospedale Civile del Viale della Vittoria di Jesi.

Già di per sé quindi inevitabili lunghe liste d'attesa.

Per il 13 dicembre 2012 c'erano quindi prenotate prestazioni programmate da tempo da erogare alla utenza esterna.

Ma il Medico Chirurgo previsto per le predette visite specialistiche, ha telefonato stamattina al personale infermieristico responsabile dei servizi poliambulatoriali della struttura di Filottrano informando che non si sarebbe recato presso i poliambulatori per garantire le prestazioni sanitarie specialistiche programmate da erogare all'utenza esterna, adducendo proprie personali motivazioni.

La Direzione Sanitaria dell'Ambito Territoriale di Jesi (di cui fa parte il comprensorio sanitario filottranese) non ha evidentemente saputo gestire adeguatamente lo spiacevole e grave disservizio arrecato all'utenza, nonostante il pronto interessamento ed intervento della Direzione Sanitaria Distrettuale di competenza, attivata dagli infermieri.

Alla fine, lo specialista Chirurgo è sì arrivato a Filottrano per assicurare le prestazioni ivi previste, ma solo alle ore 10:30, con ben 2 ore di ritardo, per andare via alle ore 11:30, ovvero garantendo complessivamente solo 1 ora di poliambulatorio rispetto alle 2 ore previste.

Nel frattempo, registrato un increscioso incidente, ossia una signora (utente), informata della (incomprensibile) assenza del Medico specialista Chirurgo, ha accusato malessere ed agitazione, ed ha avuto bisogno di un tempestivo aiuto subito garantito sul posto, dal personale sanitario e dai propri familiari, i quali hanno riaccompagnato a casa la signora che non ha ricevuto la prestazione sanitaria per disservizio.

Purtroppo, quanto accaduto, non risulta essere il primo episodio.

In passato si sono verificati infatti altri episodi con altri professionisti medici specialisti.

Perché questo abbandono delle strutture sanitarie periferiche e dei suoi incomprimibili servizi erogati alla collettività ?

Perché arrecare questo danno di immagine e di efficienza all'Azienda Sanitaria ex Zona Territoriale 5 Jesi ?

Perché arrecare questo ingiustificabile disservizio e disagio ai cittadini già ingiustamente falcidiati dalle inique manovre fiscali governative ?

Con quali ripercussioni poi ?

Lasciamo però che a rispondere sia proprio il Direttore – facente funzione – dell'Area Vasta 2 Dott. Piero Ciccarelli, al quale ci si rivolge pubblicamente con la presente segnalazione.


da Giacomo Mancinelli
FP CGIL - RSU Area Vasta 2





Questo è un comunicato stampa pubblicato il 13-12-2012 alle 19:48 sul giornale del 14 dicembre 2012 - 1253 letture

In questo articolo si parla di sanità, attualità, fpCgil, fp cgil, Area vasta 2, Giacomo Mancinelli

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/Hfs