Quantcast

Santa Maria Nuova: cogenerazione, il Tar respinge il ricorso dell'azienda contro l'amministrazione che chiede ulteriori documenti

Santa Maria Nuova 2' di lettura 18/12/2012 - Lo scorso 14 dicembre è stato respinto, con un’ordinanza del Tribunale Amministrativo Regionale, il ricorso presentato dalla società Agricola Colleverde contro il Comune di Santa Maria Nuova relativo alla richiesta di documentazione integrativa che l’Amministrazione Comunale aveva avanzato alla stessa società Colleverde per valutare adeguatamente il progetto di costruzione di un impianto di cogenerazione alimentato a pollina.

L’integrazione richiesta aveva lo scopo di documentare che fossero effettivamente utilizzate le migliori tecnologie disponibili sul mercato al fine di minimizzare gli agenti inquinanti e dannosi per la salute.

L’attività di produzione di energia elettrica dell’impianto di cogenerazione viene infatti classificata come “industria insalubre di 1° classe” e l’azienda Colleverde ha già annunciato che la potenza termica della centrale a pollina sarà presto portata a 3 MW dai 999 KW di partenza adottati per evitare iter autorizzativi più complessi.

Tale impianto costituirebbe dunque un’ulteriore “industria insalubre di 1° classe” inserita nella zona di Pradellona nella quale sono già presenti altre attività produttive con la stessa classificazione e per questa ragione il Sindaco, nella veste di autorità sanitaria locale, ai fini di prevenire l’inquinamento ambientale e garantire la sicurezza dei cittadini, è determinato ad adottare particolari cautele nella realizzazione di questo impianto, come previsto del resto anche dalla norma del piano regolatore generale.

In risposta ad una prima richiesta di ulteriore documentazione, lo scorso 25 settembre l’azienda Colleverde ha inviato della documentazione integrativa che risultava incompleta e non conforme, quindi il 5 ottobre il Comune ha trasmesso una seconda richiesta di integrazione documentale alla quale la società ha risposto con il ricorso al TAR di cui si parla sopra.

Visto l’esito del ricorso, l’Amministrazione auspica ora di ricevere la documentazione richiesta anche per dar seguito alle prospettive di occupazione indicate dalla stessa azienda.

L’esito negativo del ricorso presentato al TAR dalla Colleverde dimostra ancora una volta che l’Amministrazione Comunale ha adottato atti del tutto legittimi nello svolgimento delle proprie funzioni di controllo e di prevenzione.

La chiave di un sano sviluppo economico è inscindibilmente legata alla tutela del territorio e della salute della popolazione.






Questo è un comunicato stampa pubblicato il 18-12-2012 alle 16:55 sul giornale del 19 dicembre 2012 - 1556 letture

In questo articolo si parla di attualità, Comune Santa Maria Nuova, santa maria nuova

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HpG





logoEV
logoEV