Quantcast

La Virgola di Baldini: perché votare per Rosa Meloni ed Ero Giuliodori

Luca Baldini 3' di lettura 29/12/2012 - Domenica 30 Dicembre il Partito Democratico riaprirà i propri seggi agli elettori delle primarie del 25 Novembre per scegliere i candidati Deputati e Senatori che andranno a riempire le liste per le prossime elezioni politiche nel 2013.

Il Partito Democratico di Jesi, schiera Ero Giuliodori e Rosa Meloni. Ho grande piacere di ospitare una breve presentazione di entrambi nella mia rubrica, evidenziando un aspetto non secondario.

Sia la Meloni che Giuliodori sono stimati esponenti del mondo scolastico, tutto ciò mi fa grande piacere, perché un’Italia nuova si costruisce dalla consapevolezza della fondamentale importanza per l’istruzione e la formazione delle nuove generazioni.


Per galateo prima le Signore:

Rosa Meloni è nata e vive a Jesi. Nel 1984 supera il concorso per Dirigente scolastica, lavoro che la impegna tuttora. Eletta Consigliere Comunale di Jesi dal 1994 al 2007 è in seguito Consigliere Provinciale nel quinquennio 2007 -2012.

Perché votare per lei alle primarie del 30 Novembre?

“Mi sono candidata perché credo che ognuno di noi sia chiamato ad offrire il proprio contributo per migliorare la qualità della vita di tutti ponendosi al servizio della comunità con CREDIBILITÀ, COMPETENZA E COERENZA. La partecipazione attiva della società civile è l’unico strumento per la ricostruzione sociale, culturale e politica della nostra Italia. Il mio impegno sarà cambiare il modo di far politica eliminando i privilegi accumulati e riportando al centro dell’azione politica il BENE COMUNE tanto invocato quanto disatteso. Il mio impegno sarà promuovere politiche per il diritto al lavoro, per l’ambiente e la bellezza del paesaggio, per la cultura e l’educazione. Farò politica da cittadina responsabile in cooperazione con gli altri cittadini”.

Ero Giuliodori, 54 anni laureato in giurisprudenza, attualmente insegnante all'Istituto Tecnico Commerciale di Jesi. Iscritto al PCI dal '73; Consigliere comunale a Jesi dall'85 al ‘94 e poi dal 2002 al 2005; Assessore dal 1987 al 1993 (personale, vigili urbani, cultura). Dal 2007 non ho nessuna tessera di partito. Faccio parte del direttivo regionale dell'istituto Gramsci e del direttivo cittadino dell'ANPI. Sono iscritto alla CGIL SCUOLA.

Perché votare per lei alle primarie del 30 Novembre?

“Il PD mi ha chiesto di partecipare alle primarie per scegliere i candidati per il nuovo Parlamento, ed io ho dato la mia convinta adesione.

Non ho la tessera del PD, ma ho un’alta considerazione per il ruolo che un partito politico, fatto di persone oneste e interessate al bene comune, può e deve svolgere per la partecipazione democratica.

Ho maturato una rilevante esperienza politica e amministrativa, ricercando e facilitando al contempo il rinnovamento.

Il prossimo Parlamento, secondo il programma del PD, affronterà fondamentali aspetti programmatici: la valorizzazione della scuola pubblica; la difesa dello stato sociale, che rappresenta una delle principali conquiste democratiche del novecento; lo sviluppo economico che valorizzi i giovani e le loro competenze; la tutela del lavoro e dei diritti dei lavoratori; la difesa della vita e della dignità delle donne.

Inoltre dovrà decidere la disciplina del conflitto d’interessi, definire una riforma elettorale che faciliti il risanamento morale della rappresentanza politica e operare una drastica riduzione delle spese per gli armamenti.

Tutto ciò permetterà all’Italia di essere più solidale, equa e partecipativa in campo europeo, in unione con le grandi forze riformiste del continente.

La nostra città e la nostra provincia hanno una consolidata tradizione democratica e di lavoro.
In questi ultimi anni tale realtà è stata in parte offuscata perché la crisi economica è grave, la disoccupazione aumenta e peggiorano le condizioni dell’ambiente.

Con l’aiuto di quelli che mi daranno fiducia, m’impegnerò per realizzare fatti concreti.








Questo è un editoriale pubblicato il 29-12-2012 alle 12:58 sul giornale del 31 dicembre 2012 - 8702 letture

In questo articolo si parla di attualità, editoriale, Luca Baldini

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HJu

Leggi gli altri articoli della rubrica La virgola di Luca Baldini





logoEV
logoEV