Quantcast

Scuola jesina in lutto per la scomparsa della maestra Luciana Nobili

Luciana Nobili 1' di lettura 29/12/2012 - Il mondo della scuola piange Luciana Nobili, stimata insegnante alla primaria “Cappannini”, spentasi la scorsa notte all’ospedale di Milano dopo una breve malattia. Aveva 56 anni, oltre la metà dei quali passati dietro la cattedra a crescere generazioni di bambini.

Maestra di straordinaria sensibilità, Luciana Nobili ha tenuto lezione fino allo scorso ottobre prima che le sue condizioni di salute si aggravassero. Un’insegnante che qualsiasi genitore si sarebbe augurato per il proprio figlio, estremamente preparata, dotata di una passione innata per la propria professione ed innamorata dei bambini rispetto ai quali sapeva dosare sapientemente disciplina e dolcezza, riuscendo a farsi apprezzare sia per autorevolezza che per un affetto quasi materno. Una vita, la sua, sempre caratterizzata da precarie condizioni di salute che non trasparivano dal suo luminoso sorriso di ogni mattina e dalla disarmante generosità con cui si metteva a disposizione dei bambini e delle colleghe, in particolare quelle della primaria. Ripeteva di sentirsi una donna davvero fortunata per stare quotidianamente accanto ai suoi alunni e per aver avuto la figlia Elisabetta, tanto desiderata. La salma di Luciana Nobili giungerà nel pomeriggio di domenica 30 alla sala del commiato Bondoni di Castelplanio. I funerali si terranno lunedì alle ore 15 presso la chiesa di San Francesco d’Assisi. Oltre alla figlia Elisabetta, lascia il marito Ezio Giaccaglia, apprezzato geometra comunale, al quale il sindaco Massimo Bacci, gli assessori ed i dipendenti del Comune hanno espresso i sensi del loro profondo cordoglio.








Questo è un comunicato stampa pubblicato il 29-12-2012 alle 19:40 sul giornale del 31 dicembre 2012 - 4698 letture

In questo articolo si parla di attualità, jesi, Comune di Jesi e piace a fiore56 ciampiketto

Licenza Creative Commons L'indirizzo breve è https://vivere.me/HJ7





logoEV
logoEV