IN EVIDENZA



8 febbraio 2013

...

Banca delle Marche comunica che – nel quadro del rinnovamento manageriale del Gruppo avviato nel settembre 2012, quando Luciano Goffi ha avvicendato Massimo Bianconi nella carica di Direttore generale – il Consiglio di Amministrazione, nella seduta del 7 c.m. e a seguito delle determinazioni già precedentemente assunte, ha preso atto della cessazione, in data 4 febbraio, del rapporto di lavoro intrattenuto con il vicedirettore generale Stefano Vallesi, dal 29 ottobre scorso direttore generale della controllata Carilo S.p.A..


...

Il Circolo A.C.L.I. di Chiaravalle, in collaborazione con l’Istituto Comprensivo Chiaravalle e la Scuola dell’Infanzia paritaria Opera pia “G. Cavallini”, promuove l’iniziativa “Genitori e scuola: per capire i nostri figli”.


...

Valorizzazione del territorio e prodotti tipici al centro dei prossimi incontri di Ivan Rota, candidato di Rivoluzione Civile alla Camera dei Deputati. Domani, alle 21, Rota incontrerà a San Marcello un gruppo di enologi e sommelier per valutare le potenzialità di un’ulteriore espansione del settore enologico, a partire dal prodotto emblema di quest’area di produzione: la Lacrima di Morro d’Alba.




...

Ancora deve prendere il via, ma ha già catturato l'attenzione della rivista nazionale specializzata della polizia municipale, la campagna di controllo sul commercio nel territorio di Jesi. Attenzione dovuta sia dalla portata del controllo che riguarderà, senza distinzione, tutti gli esercizi del centro e della periferia, sia dalla modalità di partecipazione e coinvolgimento delle associazioni di categoria.






...

Campionato al giro di boa, e che vede la formazione chiaravallese occupare la quarta posizione in classifica a 12 punti con un esiguo vantaggio su Atellana e Monteprandone. E una partita difficile quella che aspetta la Pallamano Chiaravalle.


7 febbraio 2013

...

Dopo due mandati e un terzo prossimo alla scadenza, ho deciso di concludere il mio percorso ai vertici della clinica Villa Serena di Jesi, perché penso di avere raggiunto - per quello che ho potuto - gli obiettivi che mi ero posto. Questa mattina ho infatti formalizzato le dimissioni dalla carica di presidente.





...

Ripartono i lavori al Polo scolastico di Moie. Già dalla prossima settimana le ruspe torneranno in azione in via Venezia per completare la scuola primaria “Martin Luther King” con la realizzazione dei 7 laboratori e delle ulteriori aule previste, oltre che di locali seminterrati che saranno adibiti a rimessa automezzi e archivio dell’intero Istituto comprensivo Carlo Urbani. La consegna dei lavori per il secondo stralcio del primo dei tre lotti previsti è avvenuta lunedì 4 febbraio.




...

La Giunta Regionale delle Marche con la deliberazione n. 1696 del 3/12/2012 ha emanato una "Direttiva vincolante per i Direttori generali del Servizio Sanitario... concernente disposizioni urgenti per la revisione della spesa pubblica con invarianza dei servizi ai cittadini", con la quale, tra tante altre cose, si introduce un tetto sul consumo dei presidi per incontinenza.


...

Aumentare la competitività del trasporto marittimo a corto raggio e la sua integrazione nella catena logistica, sostenere gli investimenti infrastrutturali per l'accessibilità dei porti da terra e promuovere azioni politiche e strumenti finanziari per favorire il trasferimento modale. Sono alcuni degli obiettivi di “Intermodadria”, il progetto europeo per lo sviluppo di soluzioni per il trasporto intermodale in area Adriatica che vede la Regione Marche capofila.







6 febbraio 2013

...

Difesa dell’autonomia di Banca delle Marche e del suo ruolo a sostegno dell’economia del territorio regionale. E’ l’obiettivo condiviso da Regione e Sindacati, martedì mattina nel corso dell’incontro a Palazzo Raffaello tra il presidente Gian Mario Spacca e l’assessore al Bilancio Pietro Marcolini da una parte, Fisac-Cgil, Fiba-Cisl, Uilca, Fabi e Dircredito dall’altra. Erano presenti per i sindacati Averino Di Marcantonio, Maurizio Santini, Sergio Crucianelli, Maurizio Liberti, Alfonso Corraducci.




...

Su iniziativa della Pro Loco, sabato prossimo (ore 21:15) va in scena al teatro comunale “Il professor Merlino e la magia del sellerone”, commedia brillante dialettale in tre atti di Gianluca Chiodi della Compagnia amatoriale montecarottese “Sorrisi Condivisi”.




...

Netta vittoria della compagine jesina sul campo dell'Imola, che proietta i leoncelli a quota 42 punti consolidando il terzo posto in classifica. Inizio di gara scoppiettante con Jesi che si porta subito in vantaggio con una meta segnata in percussione da capitan Albani e poi raddoppia con Pesarini che raccoglie al volo un invenzione di Iacob al piede.


...

Avevamo in più occasioni segnalato l’inadeguatezza del sistema di videosorveglianza comunale sbandierato dalla Ballante prima delle elezioni del 2009 come lo strumento per controllare capillarmente il territorio.


...

È necessario scongiurare in ogni modo il fallimento, affinché vengano prioritariamente salvaguardati tutti i posti di lavoro e siano poste le condizioni per un rapido rilancio della produzione. In questa direzione c’è stata una colpevole superficialità da parte delle istituzioni locali e, in primo luogo della Regione Marche, nel valutare correttamente la situazione venutasi a creare e nel correre tempestivamente ai ripari con misure efficaci e che certamente avrebbero potuto evitare l’aggravarsi della crisi aziendale”.


...

La Giunta del Sindaco Massimo Bacci ha dato, con la modifica del art. 26 del piano particolareggiato, un fondamentale indirizzo di sviluppo per il Centro Storico di Jesi, una scelta che aiuterà il rilancio delle attività commerciali e delle attività ricettive, che sono parte integrante di quel sistema di offerta che un centro storico offre ai cittadini e ai visitatori, garantendo servizi e vitalità che si integrano armoniosamente con le attrazioni culturali e artistiche che la città di Jesi sa offrire.



...

È tempo che denunciamo a Chiaravalle le difficoltà gravi della situazione politica, la confusione che vi regna, le difficoltà di un confronto sui programmi e sui progetti. Certo il polverone ha cause precise, in primis nell’incapacità della maggioranza che ha fin qui governato la città di cogliere i mutamenti che erano intervenuti, di produrre un’azione di governo adeguata, di costruire strumenti di ascolto e di partecipazione, di esercitare un’autorevolezza nel sistema provinciale e regionale tale da evitare alla città e al suo territorio il ruolo di vaso di coccio, tra vasi di ferro.